“L’università senza libri è come…”

E se l’Università non prevedesse la lettura di libri? È questo il tema dell’iniziativa dell’Associazione Italiana Editori in collaborazione con il Centro del Libro del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, per la Festa del libro 2011 che si svolgerà dal 23 aprile al 23 maggio.
Il bando è indirizzato a studenti universitari, sollecitati a completare la frase: “L’Università senza libri è come…/ Universitas sine libris est sicut..” in italiano, latino (anche maccheronico) e altre lingue o indicando il libro didattico più apprezzato durante il proprio corso di studi, motivando la scelta con una breve recensione. Sia le frasi sia le recensioni saranno man mano pubblicate e sarà possibile per altri utenti inviare i propri commenti. Così facendo, i primi cinque più apprezzati delle due classifiche potranno vincere buoni dal valore di mille euro ciascuno, per l’acquisto di libri. 
Al gioco proposto sul web e promosso da Facebook possono partecipare studenti universitari dei vari livelli (triennale, specialistica, master ecc.). In tal modo, il ruolo del libro, “riserva di sapere, salvezza di una dottrina antica che minaccia di scomparire in incendi, saccheggi e terremoti, fucina di nuova scrittura e incremento dell’antica”, come ricorda Umberto Eco, vuole essere rivalutato nella crescita culturale dei giovani nel periodo universitario. 
Per partecipare gli studenti dovranno iscriversi fornendo i propri dati identificativi (nominativo, ateneo e facoltà, numero di matricola). 
Il coordinamento dell’iniziativa sarà curato dall’Ufficio stampa di Aie (dott. Adolfo Frediani) a cui si potrà fare riferimento (oltre che alla Segreteria dell’Aie). Per ogni esigenza di chiarimenti o approfondimenti e per le modalità di partecipazione è possibile scrivere alla e-mail segreteria@aie.it.
Allegra Taglialatela
- Advertisement -





Articoli Correlati