A Studi Politici Mansour El-Kikhia, ex ministro libico, attivista dei diritti umani

Si parlerà delle primavere arabe e delle nascenti democrazie dei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo alla conferenza dal titolo ‘The arab spring: construction of new states and the emerging of new democracy’, organizzata dalla Facoltà di Studi Politici ‘Jean Monnet’, con il patrocinio del Consolato generale degli Stati Uniti a Napoli, che si svolgerà il 6 dicembre presso la sede universitaria al Belvedere di San Leucio. Ospite d’eccezione il prof. Mansour El-Kikhia, del Dipartimento di Scienze politiche e Geografia dell’Università del Texas, ex ministro libico degli Affari Esteri negli anni Settanta (’72-’73), ambasciatore alle Nazioni Unite e attivista dei diritti umani. “Avremo l’opportunità di dialogare con il prof. El-Kikhia, il quale presenterà una relazione sull’insorgenza delle nuove democrazie e del modo in cui stanno determinando i mutamenti del governo in paesi quali la Libia, l’Egitto, la Siria – spiega il prof. Diego Lazzarich, docente di Storia delle dottrine politiche – Successivamente ci sarà uno spazio dedicato al question time, durante il quale i partecipanti potranno porre domande di approfondimento”. La Facoltà di Studi Politici, sempre aperta a tematiche attuali, “non poteva perdere l’occasione di ascoltare una voce interessante, con una prospettiva molto differente: il nostro ospite è libico, ma studia e proviene dagli Stati Uniti”. Per gli studenti “è fondamentale comprendere il modo in cui sono nati i concetti della politica e il rapporto di quest’ultima con altri settori della società, come l’economia. Personalmente, – conclude Lazzarich – nelle mie lezioni, cerco sempre di mostrare come tematiche di duemila anni fa abbiano una loro attualità, al fine di decifrare al meglio la società nella quale viviamo”. 
La conferenza si svolgerà nella Sala dell’Unione Europea, a partire dalle ore 11.
- Advertisement -





Articoli Correlati