Agraria, conferenza di servizi sulla sede

Un passo avanti importante sta per compiersi nel percorso che porta la Facoltà di Agraria a lasciare in parte il Palazzo Reale di Portici, che la ospita fin dalla sua nascita, per trovare posto in una nuova sede. Nell’ambito di un piano di riqualificazione culturale dell’intero sito borbonico, è da lungo tempo che si discute di assegnare una diversa collocazione alle strutture della Facoltà di Agraria. Il 10 ottobre alle 10.30 si terrà presso il Comune di Ercolano, nella Villa Ruggiero, una conferenza di servizi cui parteciperanno tutti i soggetti coinvolti dal progetto, che prevede la riorganizzazione di alcuni laboratori scientifici della facoltà e del CNR in un’area industriale dismessa di Ercolano, le ex officine Fiore. Si riuniranno attorno a un tavolo per discuterne: il Comune di Ercolano, il Comune di Portici, l’Università Federico II, la Società Fiore, la Provincia di Napoli, la Regione Campania, la Sovrintendenza ai Beni Architettonici ed Ambientali, le associazioni di categoria. “Per la città di Ercolano la riconversione delle ex officine Fiore in centro di ricerca e sede universitaria legata al mondo produttivo dell’agricoltura e della conservazione degli ambienti agricoli e forestali è importante -dice Emma Buondonno, assessore all’Assetto e Valorizzazione del Territorio del Comune di Ercolano- anche per la presenza di realtà come il Mercato dei fiori, il Parco Nazionale del Vesuvio e di ampie porzioni di territorio dove l’agricoltura è in via di dismissione con grandi rischi di abbandono del territorio e della sua cura e gestione”.
- Advertisement -





Articoli Correlati