Appelli a GIURISPRUDENZA

Sulla questione appelli, riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa dell’Udu. “Il Consiglio di Facoltà di Giurisprudenza ha deliberato una modifica della collocazione degli appelli, dando seguito ad una vertenza aperta dalle organizzazioni studentesche UdU – Unione degli Universitari, Collettivo Giurisprudenza e dal forum giuristifedericiani.org. A partire dal 31 marzo una imponente e sentita mobilitazione studentesca aveva fatto seguito ad una precedente delibera del Consiglio di Facoltà che “anticipava” l’appello di ottobre a settembre e ne lasciava solo un altro nella sessione autunnale, restringendo, di fatto, i tempi di assorbimento delle discipline. In pochi giorni sono state raccolte all’interno della Facoltà oltre 2000 firme con la previsione di consegnarle alle istituzioni nel corso di un’assemblea pubblica. Il rifiuto di concederla ha dato luogo ad un presidio dell’Ufficio di Presidenza il giorno 11 aprile, durante il quale la delegazione di studenti ricevuta dal Preside ha esposto le ragioni della protesta, ha richiesto una modifica che prevedesse un appello fisso ad ottobre ed un altro tra novembre e dicembre per tutti, una data di esame extra a settembre, riservata ai laureandi, ed ha raccolto, in quella sede, l’impegno della Presidenza stessa a farsi promotrice della proposta nelle apposite sedi istituzionali. La proposta approvata dal Consiglio di Facoltà è stata esattamente quella portata avanti dagli studenti che, ad oggi, hanno visto nell’accoglimento delle loro richieste un segnale positivo di apertura al dialogo. È un fatto senza dubbio indicativo che la rabbia che gli studenti hanno coltivato nei confronti delle riforme dell’Università degli ultimi 10 anni sia emersa tanto risolutamente contro un provvedimento che costringeva, nel concreto, la popolazione studentesca ad accettare ritmi ancora più serrati di quelli barbaramente imposti dalle riforme degli ultimi governi di centro-destra e centro-sinistra… ”.
- Advertisement -
spot_img

Articoli Correlati