Atrio e facciata,quasi ultimati i lavori di riqualificazione

Manca ormai poco al completamento dei lavori di  ristrutturazione al Suor Orsola Benincasa. Il progetto di riqualificazione è iniziato a settembre ed ha interessato essenzialmente la facciata, l’ingresso e la storica rampa di accesso che da Corso Vittorio Emanuele 292 passa per la murazione antica e (percorrendo un arco parallelo al Corso) arriva alla seicentesca Cittadella dell’Ateneo.
Il primo intervento appena ultimato riguarda il restauro architettonico dell’atrio e degli spazi adiacenti: uffici di Segreteria, Aula Magna, SOT (Servizio di Orientamento e Tutorato), SAAD (Servizio di Ateneo per le Attività degli studenti con Disabilità). Si è trattato di realizzare una pavimentazione antisdrucciolo, una rampa di accesso per portatori di handicap e inoltre sono stati sostituiti gli infissi e i rivestimenti laterali a protezione delle pareti.
Per quanto riguarda la facciata, l’opera di restyling ha riguardato il ripristino dell’intonaco e la realizzazione di cancellate in acciaio. E’ previsto anche il recupero del cortile interno, con la messa in opera di una nuova pavimentazione e la realizzazione di panchine e aiuole.
“Purtroppo, come spesso accade, abbiamo avuto degli intoppi in corso d’opera – spiega l’arch. Sergio Prozzillo, progettista esterno, il quale con l’arch. Ernesto De Nora e l’ing. Massimo Del Giudice (consulente interno del Suor Orsola) si occupa dei lavori – L’Ufficio tecnico mi ha fatto presente che, durante la prima fase dei lavori, è stato trovato un condotto fognario costruito in eternit. Di conseguenza, non si è trattato di procedere ad una semplice riparazione, ma è stato necessario rimuovere questo condotto e provvedere al trasporto speciale dei rifiuti. Sono state operazioni che hanno dilatato i tempi dei lavori, ma fortunatamente non hanno creato problemi di fruibilità a studenti e docenti”.
Anche durante gli interventi per il recupero della rampa storica ci sono state difficoltà, legate alla rottura di un’altra tubatura fognaria. “In questo caso, però, – ha spiegato Prozzillo che, oltre ad insegnare Teorie e tecniche della rappresentazione e Grafica pubblicitaria al Suor Orsola, cura la grafica del sito di Ateneo e si è occupato di allestire il Museo storico dell’Opera – i tempi per la conclusione dei lavori sono piuttosto incerti, in quanto si tratta di una questione che coinvolge il Comune di Napoli e non dipende quindi soltanto dall’Università”.  
(A. M. P.)
- Advertisement -





Articoli Correlati