Biotecnologie: tutti ammessi grazie alla seconda opzione

“Tra le prime e le seconde opzioni, tutte le richieste di immatricolazione a Scienze Biotecnologiche verranno soddisfatte. – afferma il professor Antonio Marzocchella, responsabile all’orientamento della Facoltà – Per la prova di selezione si sono prenotati quest’anno circa 1200 studenti per i 900 posti disponibili. Ma non tutti coloro che hanno fatto domanda si sono poi presentati per affrontare il test.” 
74 sono gli ammessi alla Triennale di Biotecnologie biomolecolari e industriali per i 75 posti disponibili, mentre a Biotecnologie agroalimentari si sono presentati in 18 per i 75 posti messi a concorso.
Grandi numeri invece a Biotecnologie per la salute: 750 studenti hanno tentato di superare i quiz per i tre indirizzi previsti dal Corso di Laurea. 33 ammessi su 70 posti al curriculum farmaceutico, 12 su 35 a quello veterinario, laddove il curriculum medico è l’unico in cui i 696 partecipanti superano i 645 posti disponibili. Ciò significa che i 51 studenti giudicati idonei, accederanno all’Università avvalendosi della seconda opzione.
L’anno prossimo potranno richiedere di cambiare indirizzo ma solo se i posti del secondo anno rientreranno nel numero programmato di immatricolazioni.
Le prove di selezione per l’accesso ai Corsi di Laurea Specialistica in Biotecnologie, invece, non avranno luogo in quanto il numero delle domande pervenute per ciascun Corso di Laurea è inferiore al numero dei posti disponibili. I candidati dovranno solo attendere il 17 ottobre per scorgere il proprio nome sul sito dell’Ateneo nell’elenco degli ammessi alle immatricolazioni per ciascun Corso di Laurea.
“All’interno della Tensostruttura si sono svolti dei precorsi facoltativi di orientamento e lunedì 2 ottobre sono iniziati i corsi del nuovo anno accademico per la laurea triennale” dichiara Filomena Liguori, Manager didattico del Corso di Laurea. 
“L’impegno richiesto agli studenti è di quattro giorni alla settimana. – asserisce il professor Antonio Marzocchella – Per andare incontro alle esigenze degli studenti, abbiamo cercato di condensare le lezioni compatibilmente alla disponibilità delle aule e dei laboratori.”
Manuela Pitterà
- Advertisement -
spot_img
spot_img

Articoli Correlati