Canfora inaugura i seminari scientifici d’Ateneo

Cinque seminari scientifici organizzati dalla Commissione per le attività culturali della Sun – composta dai professori Dario Grossi (Psicologia), Rosanna Cioffi (Lettere), Raffaele Cercola (Economia), Annamaria Rufino (Studi politici e per l’alta formazione europea e mediterranea ‘Jean Monnet’), Enrico Del Vecchio (Medicina) – e che si svolgeranno nelle varie sedi dell’Ateneo.
Ad aprire questa serie di appuntamenti, il 21 marzo, l’incontro svoltosi nell’aula “Gennaro Franciosi” della Facoltà di Giurisprudenza al quale hanno partecipato: il Rettore prof. Francesco Rossi, i Presidi delle Facoltà di Giurisprudenza Lorenzo Chieffi e di Lettere Stefania Gigli Quilici. Ospite d’onore, il prof. Luciano Canfora, docente di Filologia classica all’Università degli Studi di Bari. Tema della giornata: “E’ possibile esportare la libertà?”. L’incontro ha riscosso grande successo tra gli studenti che hanno affollato l’aula. “Si tratta di seminari programmati per i nostri giovani, ma anche aperti al territorio – ha detto il Rettore Rossi-  Il primo appuntamento, dedicato all’analisi degli aspetti giuridico-sociali-culturali, ha visto come relatore il prof. Canfora. E’ un filosofo dell’antichità che punta lo sguardo anche sui temi dell’attualità”. E, in effetti, nel suo intervento, Canfora ha spaziato tra il concetto di ‘libertà’, quello di ‘democrazia’ con uno sguardo alla situazione in Afghanistan e qualche critica velata all’impero statunitense. “‘Libertà’ e ‘democrazia’ sono due concetti che sembrano interscambiabili nel linguaggio corrente – ha spiegato –  ma che vanno distinti. “Sono due parole gravate di un carico polemico e simbolico…”.
“Le lezioni di Storia del prof. Canfora –ha detto la Preside Gigli – ci aiutano a comprendere il mondo attuale”. Il Preside Chieffi: “sono molto contento della folta partecipazione studentesca. L’aula Franciosi era gremita per un’occasione unica”.
I prossimi appuntamenti in programma (in date ancora da definirsi): a maggio, la prof.ssa Margherita Hack parlerà dei problemi della cosmologia, probabilmente presso la Reggia di Caserta. “Grazie ai suoi studi ma anche alle sue capacità comunicative, pensiamo che la prof.ssa Hack attirerà un gran numero di studenti. Per questo stiamo pensando alla Reggia come luogo dell’incontro”, dice il Rettore. In giugno, l’appuntamento si sposta a Napoli, presso la Facoltà di Medicina con l’intervento del prof. Bernardino Fantini, docente di Storia della Medicina all’Università di Ginevra, che tratterà il tema “Storia della malinconia tra medicina e musica”. Si riprende, poi, dopo la pausa estiva, alla Facoltà ‘Jean Monnet’ con un incontro su L’homo juridicus trattato dal prof. Alain Supiot, un luminare della giurisprudenza internazionale, docente di Diritto all’Università di Nantes. Ultimo appuntamento sempre alla Facoltà di S. Leucio, nel primo trimestre del 2008, con il prof. Massimo Cacciari. 
“Al di là del puro apprendimento universitario, crediamo molto in queste iniziative culturali –commenta la prof.ssa Cioffi, membro della Commissione per le attività culturali – Personalmente, sono molto contenta dell’importante ruolo che il Rettore Rossi sta dando alle donne dell’Ateneo”.
Maddalena Esposito
- Advertisement -




Articoli Correlati