Cineforum, rassegne teatrali ma anche corsi di sutura e di prelievi

Un’associazione che raggruppa circa duecento studenti di Medicina della Seconda Università di Napoli, la terza in Italia per numero di adesioni dopo quella dell’Università di Palermo e de La Sapienza di Roma. Si chiama Sism (Segretariato italiano degli studenti di Medicina) ed è la sezione napoletana dell’Ifsma, l’organismo internazionale che raccoglie tutte le associazioni mediche mondiali. Antonello De Novellis è il suo incaricato locale.
Presente alla Sun già da sei anni, il Sism promuove una serie d’iniziative sia a carattere didattico che extra universitario d’interesse per tutti gli iscritti a Medicina. Seminari, conferenze, partecipazione a congressi da un lato, rassegne teatrali e Calcutta project dall’altro sono gli appuntamenti organizzati dal Sism napoletano negli anni passati. “Il Calcutta project – spiega Alfredo Rizzuto, dal dicembre 2004 nuovo amministratore dell’associazione – è un centro d’accoglienza con servizi sanitari per gli abitanti di Calcutta nato grazie al nostro sostegno economico. In base allo statuto dell’Ifsma, infatti, ogni gruppo associato appoggia un programma internazionale. Noi abbiamo scelto il progetto indiano”. 
Tra le altre attività didattiche, da anni il Sism promuove un corso di sutura teorico-pratico. “Sembrerà strano – dichiara Rizzuto – ma gli studenti di Medicina escono dall’Università senza aver mai messo neanche un punto di sutura”. A livello nazionale ed internazionale, inoltre, l’associazione organizza le cosiddette “clerkship”, vale a dire la possibilità per gli studenti della Sun di fare esperienza in reparto di un ospedale italiano o straniero. “In genere i ragazzi preferiscono partire ad agosto, per via degli esami e delle lezioni. Tra le mete estere di quest’anno segnaliamo, oltre agli Stati dell’Unione Europea, anche il Messico ed il Brasile”.
E poi rassegne teatrali, concerti, cineforum per uscire dall’ambito strettamente medico. “Psycosis è lo spettacolo – parliamo di teatro sperimentale – che alcuni studenti-soci hanno messo in scena l’anno scorso. Queste manifestazioni ci aiutano anche a raccogliere fondi per le nostre iniziative, come pure la vendita di gadget, magliette e calendari dell’associazione”, riferisce Rizzuto. E sempre lo scorso dicembre il Sism ha organizzato un concerto di Natale all’Ipogeo vanvitelliano dell’ospedale Annunziata dove, ad esibirsi, c’era il Coro femminile de L’Orientale.
Quali le novità per il 2005? “Anzitutto – dichiara il neo amministratore Rizzuto – mi piacerebbe trasformare il Segretariato in una vera e propria associazione culturale che, senza tralasciare l’aspetto didattico, possa lanciarsi anche in un numero maggiore di attività che esulino dallo stretto ambito medico. Penso, per esempio, alla stipula di convenzioni con negozi, palestre, cinema, librerie, teatri per ottenere tariffe agevolate per i nostri soci”. Da un’idea dello stesso Rizzuto e del socio Marcello Chieffi, da quest’anno il Segretariato allestirà anche un cineforum sul tema della psichiatria, (Shining per esempio). Tempi, luoghi ed altri titoli sono ancora in fase di definizione. Confermata, inoltre, una nuova edizione di teatro sperimentale.
Sul versante didattico, di nuovo il corso di sutura e, come novità del 2005, un ciclo di lezioni sui prelievi, “se non sulle persone, almeno sui manichini”. Entrambe le attività – esclusivamente per gli studenti iscritti alla Sun – partiranno in primavera e si svolgeranno nelle aule di Medicina al primo Policlinico di Napoli.  
Al momento il Sism non ha ancora una sede fisica, “anche se il prof. Giovanni Del Rio ci ha promesso a più riprese uno spazio a S. Andrea delle Dame”, sottolinea Rizzuto. Per affiliarsi basta versare una quota associativa di 7 euro. Per ulteriori informazioni si può mandare un’e-mail all’indirizzo alfrex@email.it.
- Advertisement -




Articoli Correlati