Corsi intensivi per gli studenti in ritardo

A Scienze Politiche, l’avvio dell’attività didattica richiama sui banchi matricole e fuori-corso. Parallelamente alle lezioni – sempre molto affollate quelle del primo anno – sono partiti i corsi intensivi di base, dedicati ai ragazzi più avanti con gli anni, ma ancora in debito con gli ultimi esami fondamentali. “E’ uno strumento che cerca di accompagnare gli studenti verso il conseguimento della laurea – spiega il Preside prof. Marco Musella – I corsi, tenuti dai ricercatori tre volte a settimana, grazie ad una disponibilità economica derivante dal budget dello scorso anno, sono specifici delle aree giuridica, economica, statistico-matematica, storico-istituzionale e storico-internazionalistica. In pratica, sono lezioni sugli argomenti di base per facilitare il compito a quei ragazzi che, per svariati motivi, sono rimasti indietro con gli studi”. In vista delle esigenze di coloro che hanno abbandonato lo studio da qualche anno, la Facoltà ha anche istituito due sportelli al primo piano: uno dedicato ai ‘fuori-corso’ che fornisce un servizio di orientamento individuale al fine di incentivare la conclusione positiva della carriera universitaria ed un altro a quelli ‘decaduti e rinunciatari’ che informa su modalità e procedure utili per il riconoscimento dei crediti formativi corrispondenti ad esami sostenuti in un precedente percorso universitario.
Nuove aule studio
www.asuf2.it è il sito internet dell’Associazione Studenti di Scienze Politiche, dove è possibile scaricare la nuova guida e avere tutte le informazioni relative alla Facoltà, compresi i contatti dei rappresentanti a cui rivolgersi per tutti i chiarimenti sulla vita accademica. “Nei prossimi giorni, – afferma Fabio Festa, rappresentante degli studenti e laureando in Scienze della pubblica amministrazione – durante l’intervallo dei corsi, ci presenteremo alle matricole e illustreremo loro la Facoltà. In ogni caso, siamo sempre nella nostra aula al primo piano pronti ad accogliere ogni richiesta”. E se, ad inizio corsi, gli studenti devono convivere in una situazione di sovraffollamento, presto ci sarà qualche aula in più. “Sono partiti i lavori nell’ex Dipartimento di Economia – dice Stefano Strino, altro rappresentante, al terzo anno di Scienze Politiche – dal quale si ricaveranno due aule-studio e un’aula multimediale con cinque postazioni internet che, rispetto alle attuali tre dell’aula accanto alla segreteria (aperta, a turno, da noi rappresentanti), è già qualcosa di importante”.
- Advertisement -





Articoli Correlati