Due nuove aule per Giurisprudenza

Partito il nuovo anno accademico, con l’inizio dei corsi per le lauree triennali in Scienze Giuridiche e  in Servizi Giuridici (l’avvio dei bienni specialistici è previsto per la prima metà di ottobre), la Facoltà di Giurisprudenza si appresta, stando alle parole del Preside, Lorenzo Chieffi, a vivere una stagione molto intensa ed impegnativa, ma “di grande rilancio e, sicuramente, ricca di soddisfazioni”. Piatto forte del già ricco menù didattico, l’attivazione, da quest’anno di un nuovo Corso di Laurea, quello in Relazioni internazionali. Il Corso di Laurea in Relazioni Internazionali della durata di 2 anni si propone di offrire agli studenti una preparazione specialistica di indubbio interesse, ottima per lo svolgimento di molteplici attività professionali, non solo  nella carriera diplomatica, nelle istituzioni europee, nelle organizzazioni internazionali, nella Pubblica amministrazione statale, regionale e degli enti locali, ma anche e, soprattutto, al cospetto di attività di grande attualità nel mondo del lavoro, come società di lobbying nazionali ed europee,  istituti di credito, fondazioni bancarie,  assicurazioni,  istituti di ricerca, attività di consulenza alle imprese nel campo internazionale, ecc. “La nostra offerta didattica era già molto valida, con dei corsi di laurea che in questi ultimi anni, hanno dato grosse soddisfazioni, ma l’attivazione del corso di laurea in Relazioni Internazionali ci permetterà di avere quella marcia in più e di consolidarci, anche in prospettiva comunitaria, come nessun altra facoltà di Giurisprudenza”, aggiunge il Preside.
La soddisfazione del prof.Chieffi, però, non risiede unicamente nella nascita del nuovo Corso di laurea, ma anche nella ritrovata efficienza strutturale della facoltà, sita nello storico Palazzo Melzi, nel cuore di Santa Maria Capua Vetere. “Finalmente quest’anno i nostri studenti avranno la possibilità di studiare e di fermarsi in una facoltà più completa ed efficiente. I lavori per la ristrutturazione degli edifici e per la creazione dei nuovi spazi, sono ormai terminati, basti pensare che tra meno di un mese, oltre ai tanti spazi già rinnovati, avremo altre due aule in più. Il tutto, senza dimenticare che dalla seconda metà del 2006, potremmo contare, anche,  sul tanto atteso nuovo aulario”. 
“Quest’anno -conclude il Preside- tutti noi avremo l’opportunità di lavorare in maniera molto più serena e redditizia. Siamo in grado di garantire la completa validità di tutti i nostri servizi, perciò non mi resta che augurare un buon lavoro e un buon anno di studi”.
- Advertisement -





Articoli Correlati