Esami e voto di laurea, Medicina nomina una Commissione

Alla Facoltà di Medicina si pongono le basi per il cambiamento. Dopo la nomina, il 20 dicembre, di una Commissione didattica presieduta dal prof. Gregorio Laino, vice-Preside, e composta dai Presidenti dei Corsi di Laurea, si pensa ad una re-distribuzione delle sedute d’esame ed al nuovo criterio di determinazione del voto di laurea. “Per ora, la Commissione si è riunita una sola volta – afferma il Preside Giuseppe Paolisso –  ma potremo parlare di novità concrete, almeno rispetto al calendario, già dal mese di maggio”. Sembra che la richiesta degli studenti di inserire un appello di esami a dicembre, passando così da dieci a undici, sia al vaglio della Commissione. “Non possiamo programmare sessioni durante i corsi – spiega il prof. Paolo Golino, Presidente del Corso di Laurea di Caserta – quindi, l’alternativa potrebbe essere quella di anticipare l’inizio delle lezioni a settembre, anziché cominciare a ottobre, ma in questo modo i ragazzi perderebbero una data a settembre alla quale tengono molto”. La soluzione migliore, forse, è quella di compattare i corsi. “L’idea, tutta da verificare nella sua attuazione, sarebbe quella di compattare le lezioni, aggiungendo qualche ora nel pomeriggio in modo che i corsi si concludano entro il 15 dicembre”.
Intanto, ci si avvia con tranquillità verso l’inizio del secondo semestre, nonostante i ricercatori afferenti ai Corsi di Laurea in Professioni sanitarie, ad oggi, non siano disponibili alla docenza. “La situazione è a macchia di leopardo, è lasciata un po’ ai singoli – chiarisce Paolisso – In ogni caso, a fine gennaio, si terrà una riunione al fine di intraprendere una strada di collaborazione”.
- Advertisement -





Articoli Correlati