Esami solo con lo statone

Nessun esame senza statone. La Segreteria studenti di Lettere ha introdotto un provvedimento, in vigore da giugno, secondo il quale gli studenti del nuovo ordinamento dovranno presentarsi agli esami di profitto muniti del certificato di ammissione agli esami. Lo rilascia la Segreteria oppure può essere stampato dai punti informatici presenti in Facoltà. E’ sufficiente una sola copia che ha valore per tutto l’anno accademico. Immaginabile le difficoltà iniziali e lo scompiglio tra gli studenti. “Purtroppo è stata una scelta necessaria – commenta Vincenzo Capezzuto, Presidente del Consiglio degli Studenti di Facoltà– E’ capitato che in passato si siano svolti esami di anni successivi a quello in corso  per cambiamenti apportati al piano di studi. Si sono quindi verificati vari problemi, in parte dovuti al fatto che un esame ogni anno, pur mantenendo la stessa denominazione, cambia il codice di appartenenza. Così la segreteria ha dovuto mettere un freno. Ora la vera difficoltà sta nel reperire lo statone. Purtroppo a Porta di Massa gli sportelli informatici non funzionano o, comunque, lavorano a singhiozzo. Per questo, prima di rivolgersi alla segreteria studenti, dove è inevitabile la fila, è bene tentare presso i distributori informatici che si trovano in via Marina, al Dipartimento di Storia, oppure alla sede centrale di Giurisprudenza”. “Certo – ammette Capezzuto – si tratta di un fastidio, di un’ulteriore seccatura, ma non si può fare altrimenti. Gli studenti lamentano la difficile reperibilità dell’attestato”. 
Il Preside Antonio Vincenzo Nazzaro ha pregato i rappresentanti di divulgare la notizia in tutti i modi possibili ed affiggere un comunicato nelle bacheche. Dice Evelina Leone rappresentante in Consiglio di Facoltà: “stiamo facendo l’impossibile per diffondere la notizia. E’ una normativa della segreteria. Un dispositivo che aiuta lo studente ad evitare pasticci. Ci tengo a precisare che noi rappresentanti in questa storia non c’entriamo più di tanto. Visto che si tratta di una disposizione recente, ci aspettiamo una certa elasticità da parte dei professori. Vero è che chi non è in possesso dello statone non può sostenere l’esame, ma ci auguriamo che ci sia una certa comprensione ed un po’ di tolleranza. Su questo voglio chiedere maggiori ragguagli al Preside”.    
Elviro Di Meo
- Advertisement -





Articoli Correlati