FARMACIA. Real Informatore vince il torneo di calcio

Un nome che è tutto un programma: Real Informatore. E’ la squadra arrivata sul gradino più alto del podio del torneo di calcio organizzato dalla Facoltà di Farmacia, che si è concluso il 3 giugno. Composta da studenti iscritti al Corso di Laurea in Informatore Scientifico sul Farmaco e a quello in Controllo di Qualità, la squadra ha però ricevuto in premio solo una coppa simbolica, oltre a un completino ricordo. Il trofeo ufficiale, quello che si tramandava dalle due passate edizioni, è stato infatti rubato pochi giorni prima della premiazione, avvenuta il 6 giugno in Facoltà. La piccola cerimonia di consegna del trofeo da parte dei detentori all’organizzazione, che precede la premiazione finale, ha dato l’occasione a qualche non identificato sfaccendato di occupare il tempo in maniera distruttiva, e cioè sfasciando l’auto (parcheggiata nella zona del Policlinico) di uno degli organizzatori, Salvatore Di Maro, e rubando il principale premio del torneo. Tutto questo però non è bastato a far scoraggiare il Presidente del comitato organizzatore Alberto Catapano, che ha immediatamente cercato di rimediare procurando una coppa simbolica da offrire ai vincitori. Piccoli trofei ricordo sono stati assegnati anche alle squadre arrivate seconda (Quei Bravi Ragazzi, secondo anno di Farmacia) e terza (Atletico Cirino, terzo anno di Farmacia). “Alcuni dei vincitori sono la memoria storica della manifestazione e a loro vanno i miei complimenti”, ha detto Catapano. Il riferimento è ad alcuni componenti del Real Informatore: Antonio Espero, Giovanni Rapicano e Antonio Champaigne, che hanno partecipato anche alle passate edizioni vincendo il primo anno e arrivando secondi l’anno scorso. Degli habitué del podio, insomma. Il torneo si è avvalso quest’anno del patrocinio di due autorevoli Ordini professionali, quello dei Farmacisti di Caserta e di Avellino. Ai loro Presidenti, il dott. Foglia e il prof. Ettore Novellino, che è anche Preside della Facoltà, è andato il sentito ringraziamento di Catapano, il quale non ha mancato di esprimere la sua riconoscenza anche nei confronti del prof. Vincenzo Santagada “per essere stato il vero promotore dell’iniziativa, che ha come principale scopo l’aggregazione degli iscritti alla Facoltà”. 
- Advertisement -





Articoli Correlati