Giacomo Rizzo a “Serata sotto le stelle”

Dopo due anni di pausa dovuta a “problemi tecnici”, è tornato l’appuntamento con la “Serata sotto le stelle”, momento conviviale (con tanto di cena a lume di candela) e di spettacolo organizzato dal Cral dell’Università Parthenope. Sabato 23 settembre c’erano ben 130 persone nel Cortile della Rosa dei Venti della sede di via Acton, una nutrita platea per l’esibizione musicale del gruppo Kumbà, quella canora di Bruno e Dario Mirabile, quella teatrale di Giacomo Rizzo. 
“Abbiamo ripreso alla grande – commenta Bruno Mirabile, presidente “tuttofare” del Cral con l’hobby del canto e della recitazione- Quella della Serata sotto le stelle è ormai una tradizione, sono dieci anni che la organizziamo”, dice. L’ospite d’eccezione Giacomo Rizzo, da molti mesi alla ribalta delle cronache cinematografiche per la sua straordinaria interpretazione nell’ultimo film di Paolo Sorrentino, è stato omaggiato della medaglia d’oro della Parthenope. L’attore ha regalato al pubblico una quarantina di minuti di intenso spettacolo, raccontando delle barzellette e declamando alcune poesie di Eduardo. I Kumbà hanno suonato un repertorio molto interessante, brani di Carosone e di Arbore reinventati in maniera così coinvolgente che in molti si sono alzati e si sono messi a ballare. Toccante il passaggio del testimone tra Bruno Mirabile e il figlio Dario. Il giovane Mirabile ha riscosso grande consenso cantando quattro belle canzoni: Tu sì na cosa grande; La donna del mio amico (Pooh); Sorry seems to be (Elton John); Save the last dance for me (Michael Bublè). Decisamente impegnativi, e ottimamente interpretati, i pezzi cantati da Mirabile senior: Mi manchi di Fausto Leali e Perdere l’amore, di Massimo Ranieri. Infine, il piano bar con Ignazio Laiola alla chitarra acustica e Stefania Donadio voce. Presente alla serata tutto il direttivo del Cral, da Umberto di Fiore, presidente dei Revisori dei conti, al Vice presidente Ciro Buono, al segretario Ciro Scognamiglio. 
- Advertisement -
spot_img

Articoli Correlati