Il capitale umano, la vera risorsa dell’impresa

‘Imprenditorialità Responsabile e Risorse Umane’, questo il tema della conferenza organizzata dal Comitato Aiesec del Parthenope e tenutasi presso la Sala Conferenze di Villa Dora D’Angri il 7 giugno.
Il meeting, svoltosi nell’ambito del quinto CSR Days (Corporate Society Responsability), ha visto la partecipazione di molti studenti interessati a capire sia il significato delle tematiche in questione sia il ruolo e l’attività del comitato AIESEC, costituito da loro stessi colleghi di studio.
Moderatore della conferenza è Marco Ferra, giornalista del Denaro (communication partner dell’Aiesec) il quale, dopo brevi saluti e ringraziamenti ai partecipanti, entra nel vivo delle tematiche del giorno ponendo l’accento sul significato dell’acronimo ‘CSR’. “Rappresenta – dice – un nuovo modo di fare impresa”. La conferenza si propone di illustrare il concetto di ‘capitale intellettuale’ e, in pratica, i metodi e le tecniche adottati dalle aziende verso i propri dipendenti. L’introduzione è affidata al Presidente dell’Aiesec, Maurizio Guadagnino, il quale spiega con grande passione la sua attività all’interno del comitato e quanto sia stato importante acquisire competenze trasversali grazie proprio ad una partecipazione attiva nell’associazione. Una conferma dalle parole del Vicepresidente Progetti Giulio Alessio Raia, che racconta la sua esperienza. “Sono entrato a far parte di questo comitato tre anni fa, tramite l’attività di recruiting per mezzo della quale l’Aiesec si apre all’università e cerca di acquisire nuovi membri. Di lì a poco, ho trovato amici, ho fatto nuove esperienze, ho avuto l’opportunità di partecipare a meeting organizzati dal comitato a Pavia, Venezia, Torino e in altre città italiane ed europee. Sono venuto a contatto con realtà internazionali, esperienze uniche che, a mio parere, solo Aiesec può offrire”.
Dopo i membri dell’associazione, è la volta del dott. Michele Schettino, Responsabile Risorse Umane alla Banca di Credito Popolare di Torre del Greco (official partner dell’Aiesec), che illustra l’organizzazione delle risorse umane all’interno di una banca locale. “E’ necessario – dice – che tutti i dipendenti della BCP siano degli investimenti e non dei costi. Occorre, quindi, una valorizzazione delle risorse umane e un conseguente rafforzamento del ruolo e del legame della banca con il territorio in cui opera”. Poi spiega le leve definite “strategiche” nella gestione delle risorse umane: coinvolgimento, formazione, valutazione, motivazione. E conclude il suo intervento con un consiglio per gli studenti: “la formazione è basilare, non vi fermate. Bisogna sempre imparare”. 
Nel frattempo, la sala si è riempita, anche gli ultimi ritardatari sono arrivati, tutti sono visibilmente interessati all’argomento presentato in modo coinvolgente, senza il solito pesante tono accademico, non ci sono segni di noia. Anzi l’attenzione dei presenti è ulteriormente catturata dall’intervento dell’ing. Giuseppe Robiati, Presidente ed Amministratore Delegato – gruppo SCAC, Co-Fondatore – EBBF European Baha’i Business Forum, giunto per l’occasione da Milano. L’ingegnere da inizio al suo intervento chiarendo il significato di ‘responsabilità sociale’. “Responsabilità sociale significa che l’azienda deve porsi come agente di cambiamento della società che ci circonda perché le imprese possono e devono collaborare allo sviluppo della società”. Nella realtà aziendale oggi il profitto non risulta più essere l’unico scopo basilare. Occorre tener conto di altri elementi: i clienti, gli azionisti, la società civile, i fornitori, i dipendenti, insomma un capitale intellettuale che rivoluziona gli scopi dell’azienda stessa e pone, tra gli obiettivi, la pariteticità di questi elementi. “La gestione delle persone – spiega Robiati – passa attraverso la considerazione e la comprensione delle emozioni. I dipendenti devono sentirsi parte di un’azienda, ciò è possibile se si sentono compresi, incoraggiati.” L’ingegnere inserisce, nel discorso, esempi di vita reale ed esperienze sul campo che incuriosiscono ancor più i ragazzi.
Dunque, le persone fulcro della realtà d’azienda. Questo è il concetto che ribadisce nuovamente il prof. Luigi Moschera, docente di Organizzazione Aziendale al Parthenope, il quale ripropone il tema delle risorse umane in un quadro di Responsabilità Sociale. “La vera risorsa dell’impresa è il capitale umano, un insieme di competenze che costituisce il know-how dell’impresa – dice – In presenza di un’efficiente gestione delle risorse umane, il tasso di assenteismo sarà bassissimo, non esisteranno né dimissioni né turn over del personale, non esisterà conflittualità sindacale”.
Le ore scorrono, nessuno lascia l’aula. L’interesse è tanto che, anche a conclusione della conferenza, gruppi di ragazzi si trattengono in aula per porre domande all’ing. Robiati, qualcuno chiede consigli su preparazione e studi futuri, qualcun altro sulla redazione di un efficace curriculum vitae.
Grande successo, quindi per questa iniziativa organizzata dall’Aiesec al termine della quale c’è la presentazione del nuovo organo esecutivo per l’anno 2006/2007 e del planning annuale. 
Maddalena Esposito
- Advertisement -




Articoli Correlati