Il teatro, un mezzo per apprendere le lingue

‘Lingue in festa: NAPULANG’ è il progetto della Regione Campania, in collaborazione con l’Università Parthenope, che mira a promuovere la conoscenza delle lingue attraverso uno strumento particolare, il teatro. “Il Parthenope è il primo Ateneo in Campania che sperimenta il teatro quale mezzo per apprendere le lingue, – afferma la prof.ssa Colomba La Ragione, direttrice del Centro Linguistico d’Ateneo – senza la conoscenza delle quali, oggi, si è tagliati fuori dal mondo”. Il Festival si articolerà in due sezioni: una estera ed una italiana. “I gruppi studenteschi esteri che intendono partecipare dovranno redigere, oltre che in lingua madre, anche in Italiano, un breve testo teatrale o una rielaborazione della durata massima di quarantacinque minuti sulla tematica ‘Napoli e le sue tradizioni linguistico-culturali’. I gruppi italiani, invece, dovranno esprimersi nella lingua parlata nella città prescelta come topic della rappresentazione”. Sarà una Commissione a curare la selezione delle opere. “Questa esperienza potrebbe fungere da stimolo per gli studenti, oggi alquanto riluttanti allo studio delle lingue. Li aiuterebbe ad entrare in un’altra cultura, acquistando familiarità con espressioni e modi di dire. Oggi ci sono tanti problemi che nascono da pregiudizi nei confronti di altre popolazioni. Probabilmente, se conoscessimo le lingue ci rispetteremmo di più”. Il bando è stato inviato a diverse università straniere. “Siamo curiosi di verificare quanti testi ci arriveranno”, conclude la docente. Per partecipare occorre presentare domanda, in carta semplice, al Centro d’Ateneo per l’erogazione dei Servizi Linguistici, via Petrarca, 80; per tutte le altre informazioni, contattare la segreteria del Centro, tel. 081/5475428; indirizzo e-mail napulang@uniparthenope.it.
- Advertisement -





Articoli Correlati