La risorsa acqua

Le variazioni delle temperature del mare in varie parti del mondo, l’aumento della temperatura atmosferica su scala globale, i mutamenti della fauna e della flora, sia marina che terrestre, impongono una seria attenzione da parte del mondo scientifico e politico. Di qui il convegno dal titolo “L’acqua come risorsa in rapporto al clima e all’influenza sulla biodiversità”, svoltosi lo scorso 1° aprile nella saletta rossa della Libreria Guida di Port’Alba. Ad organizzarlo, le associazioni studentesche Biologi Domani, Giovani Odontoiatri, Geologi e naturalisti federiciani e Archè. 
Dati sperimentali alla mano, studiosi ed esperti in materia si sono confrontati su un tema di strettissima attualità. Tra coloro che hanno partecipato all’incontro, i professori Adriano Mazzarella, responsabile dell’Osservatorio di Climatologia della Federico II; Aliberti, docente di igiene della Federico II; Cotrufo della Seconda Università di Napoli; La Valva, presidente del Parco del Cilento; e il prof. Cinque. A moderare il dibattito, il Preside della Facoltà di Scienze Alberto Di Donato. A Maurizio Frassinet, commissario del Parco Regionale del Matese ed ex  Consigliere Regionale della Campania, l’onore delle conclusioni, in cui c’è stato un chiaro richiamo alle istituzioni e agli enti locali per una maggiore responsabilità nella gestione scientifica e politica dell’ambiente.
Il convegno, inoltre, ha riconosciuto il ruolo centrale dell’Università nello sviluppo del territorio, cosi come evidenziato dai professori Ghiara, direttore del Centro Museale Federiciano; Dal Piaz e Fraticelli della Facoltà di Architettura; De Felice, Talevi e D’Alessio di Scienze; Salvatore, direttore del Ceinge; tutti ospiti della tavola rotonda che ha seguito il dibattito, moderata questa volta dal prof. Barletta, direttore del Dipartimento di Biologia della Federico II, e chiusa dal prof. Luciano Gaudio, presidente del CdL in Biologia della Facoltà di Scienze del Federico II. 
- Advertisement -




Articoli Correlati