Numero programmato, è già tempo di iscriversi ai corsi di preparazione di Softel

Sono già aperte le iscrizioni ai corsi di preparazione per l’accesso alle Facoltà a numero programmato della Federico II. L’iniziativa, giunta alla decima edizione, è organizzata dal Sof-Tel, Centro di Ateneo per l’Orientamento, la Formazione e la Teledidattica. Il corso prevede lezioni frontali e test di autovalutazione in biologia, chimica, fisica, matematica, logica e cultura generale. “Quest’anno avremo un corso unico, non più diviso per aree come nelle scorse edizioni. Pensiamo di poter contenere un numero massimo di 2500 studenti, più o meno quanti si sono presentati lo scorso anno per l’ammissione a Medicina ed a tutte le altre Facoltà a numero chiuso. Un conteggio che ci serve per organizzare le aule che dovranno ospitare le lezioni (tra Medicina, Monte Sant’Angelo e forse anche Ingegneria)”, spiega il prof. Luigi Verolino, direttore del Sof-Tel. Si accetteranno tutti quelli che si iscriveranno on-line dall’11 aprile ed entro il 30 giugno (www.orientamento.unina.it). I ragazzi devono, quindi, pagare una somma, “quasi simbolica”, di 50 euro e poi consegnare tutta la documentazione a mano negli uffici di via Partenope, 36. L’invito del prof. Verolino è di non ridursi all’ultimo giorno, di “leggere attentamente il bando (reperibile sul sito)”.
Le lezioni si svolgeranno tra il 18 e il 29 luglio, e il 24 agosto e il 1° settembre. 
“L’iniziativa è ormai collaudata. I corsi sono strutturati molto bene. Richiedono, certo, un sacrificio da parte degli studenti, anche per il periodo in cui si svolgono, ma ne vale la pena. I docenti hanno una lunga esperienza,  indirizzano i ragazzi nello studio di quello che serve sapere per superare le prove.  Tra tutti i ragazzi che li frequentano ben il 68% supera i test d’ingresso”. Sicuramente, aggiunge Verolino, “se non è stata fatta una buona scuola, noi non possiamo rimediare in 17 giorni. Ma questo rappresenta un modo anche per capire quali sono le proprie lacune e, magari, porvi rimedio, o non commettere un errore di scelta che potrebbe costare un anno di studio”. Inoltre, con la partecipazione a queste lezioni “i ragazzi iniziano a frequentare le aule universitarie, a relazionarsi con i docenti ed hanno un primo contatto con il Sof-Tel che, poi, li seguirà fino al termine dei loro studi”. 
- Advertisement -





Articoli Correlati