Piazza dei Miracoli, concorso per gli studenti di Architettura

Piazza dei Miracoli, nel quartiere Sanità, è tra le più belle del centro antico di Napoli. Versa, però, in una condizione di degrado e di incuria, che richiederebbe interventi di riqualificazione e di risistemazione funzionale. La Facoltà di Architettura, attraverso gli studenti che la frequentano, prova a dare un contributo al rilancio di quella piazza così antica ed affascinante. In collaborazione con la Napoletanagas, infatti, ha bandito un concorso sul tema “Piazza dei Miracoli, idee e proposte”. E’ aperto a tutti gli studenti i quali, alla data di consegna del concorso – 30 giugno 2006 – siano iscritti agli ultimi due anni dei Corsi di Laurea triennali, agli ultimi quattro anni del Corso di Laurea quinquennale e del Corso di Laurea della tabella XXX, ai Corsi di Laurea Specialistica. Chi è interessato può presentare domanda di partecipazione  al concorso fino al 10 maggio. I pacchi con i progetti devono essere consegnati a mano presso la Presidenza della Facoltà di Architettura, entro le ore 12 del 30 giugno. E’ ammessa la partecipazione di singoli studenti o di gruppi di studenti, purché ciascuno di essi non superi le 5 persone. I lavori saranno sottoposti al giudizio di una commissione di sei persone. Ne faranno parte: il professore Benedetto Gravagnuolo, Preside della Facoltà, il professore Francesco Bruno, coordinatore per la Consulta della sede di facoltà, il professore Agostino Bossi, Presidente del Corso di Laurea in Arredamento, il direttore delle attività operative della Napoletanagas, il dirigente della sezione Arredo Urbano del Comune di Napoli, il Presidente della circoscrizione. Il miglior lavoro riceverà un premio di 3.500 euro. Secondo e terzo classificato saranno premiati, rispettivamente, con 2.500 e 1.500 euro. La giuria potrà inoltre assegnare un premio speciale di 1.000 euro al miglior progetto in graduatoria di un concorrente che risieda nel rione Sanità. 
“Non è la prima volta che, dalla collaborazione tra Architettura e la Napoletanagas, scaturisce un premio per un concorso di idee riservato agli studenti”, ricorda il professore Francesco Bruno. “L’edizione 2005, per esempio, verteva sulla progettazione di una risistemazione dell’ex palazzina Rispoli, alle spalle della nuova sede della Facoltà, in via Forno Vecchio. Si chiedeva agli studenti di immaginare il modo migliore per trasformare quei metri cubi di spazio in una bella Aula Magna. Vinse una studentessa. Devo anche dire, purtroppo, che le idee proposteci da quell’allieva non hanno ancora trovato attuazione, perché per i lavori all’ex palazzina Rispoli occorrono circa un milione di euro e non sono stati ancora stanziati dall’ateneo. Lo sottolineo con vivo rammarico, perché la mancanza di un’Aula Magna è una lacuna che pesa in una facoltà come Architettura”. Quest’anno il concorso apre alla città. “Reputo molto importante che il tema del 2006 sia la risistemazione di uno spazio storico di Napoli, straordinaria e scenografica piazza del quartiere Sanità”, prosegue il professore Bruno.  “Agli studenti chiediamo di proporre progetti per riqualificare la piazza. Gli interventi potranno riguardare la messa a verde, la pavimentazione, l’arredo integrato, eventuali funzioni di servizio”.  
Il 19 aprile “Concorsogravina” è stato presentato a palazzo Gravina. Il 21, mentre Ateneapoli va in edicola, si svolgerà la visita dei luoghi, con i docenti della facoltà. Appuntamento alle 11 in piazza dei Miracoli. Durante il sopralluogo i concorrenti iscritti potranno formulare domande e richieste di chiarimenti, alle quali gli accompagnatori risponderanno immediatamente.  
Fabrizio Geremicca 
- Advertisement -
spot_img

Articoli Correlati