Più servizi ed informazione

“Sono membro della Commissione per il diritto allo studio. Il nostro principale obiettivo è quello di ottenere l’aumento del numero di appelli, almeno uno al mese, in tutte le facoltà” riferisce Fabio Nardaggio, consigliere d’Ateneo rappresentante della Sinistra Universitaria, nonché studente di Scienze, che solleva un problema, quello dell’Adisu: “è un anno che è stato costituito e non è ancora mai stato convocato”. “Credo che dopo la nomina della Giunta Regionale, si possa finalmente nominare il Consiglio di Amministrazione, dato che si è votato in tutte le università. Ma vista la mancata riconferma del prof. Nicolais all’Assessorato all’Università, sono un po’ più scettico”, afferma Luca Carratore, rappresentante degli studenti in seno al CdiA dell’Adisu. 
“Il nostro principale obiettivo è continuare a promuovere delle attività volte ad informare gli studenti sulle realtà circostanti” dice Enrico Di Maio, rappresentante degli studenti in Consiglio di Facoltà, eletto nella lista Biologi Domani. Per informare gli studenti, in particolare quelli di Scienze Naturali, sulle realtà campane, quali ad esempio il Parco del Vesuvio, il gruppo ha organizzato una serie di seminari cui sono intervenuti studiosi di rilievo. Il prossimo è previsto intorno alla metà di giugno e vi interverrà il geologo e conduttore televisivo Mario Tozzi. “Vorremmo anche organizzare una sorta di associazione che raccolga docenti, ricercatori e studenti, allo scopo di promuovere attività di divulgazione e trovare dei canali per l’inserimento dei laureati nel mondo del lavoro” conclude Enrico. 
“Insieme agli altri rappresentanti ho collaborato ad alcune modifiche ai Corsi di Laurea di Geologia, Scienze della Natura, Matematica e Informatica. Alcuni esami obbligatori sono diventati a scelta e viceversa mentre altri sono stati accorpati in un unico esame, per rendere più semplice la vita agli studenti”, dice Andrea Maglione, della lista Biologi Domani. 
Intervenire sui servizi e sulle attività sociali è un altro dei punti irrinunciabili delle proposte studentesche. “Occorre un maggior numero di alloggi per gli studenti vincitori di borse di studio”, afferma Giovanni Albanese anch’egli rappresentante del gruppo Biologi Domani, che denuncia: “il CUS è l’unica struttura sportiva universitaria italiana in cui si paga, come nelle normali palestre”. Nei progetti di Giovanni anche aule studio, collegamenti alla rete per i computer portatili, la mensa, il cineforum, “Occorrono più servizi. Le biblioteche ad esempio: si dovrebbero modificare gli statuti per consentire l’accesso anche a chi voglia solo leggere un giornale”. 
“Sono l’unico rappresentante dell’UDU in Consiglio di Facoltà e sto cercando di formare anche qui a Monte Sant’Angelo un piccolo nucleo dell’associazione, che magari comprenda gli studenti sia di Scienze che di Economia” dice Antonio Caso, che nei giorni scorsi ha allestito un banchetto informativo all’interno del complesso. “Sto preparando una mailing list per diffondere tutte le notizie delle quali non si viene mai a sapere niente, come le modifiche ai regolamenti didattici varate all’ultimo Consiglio di Facoltà” conclude Antonio. 
(Si.Pa.)
- Advertisement -





Articoli Correlati