Premio Nazionale dell’Innovazione, finale a Napoli i primi di dicembre

Mercoledì 7 novembre alle ore 11.00 si svolgerà alla CRUI a Roma la conferenza stampa di lancio del Premio Nazionale dell’Innovazione (PIN) che si terrà a Napoli il 3 e 4 dicembre al Centro Congressi Federico II e a Città della Scienza. Vi interverranno il prof. Mario Raffa, Responsabile Scientifico dell’edizione 2007 del Premio, Matteo Colaninno, Presidente Giovani Industriali di Confindustria, il Rettore Guido Trombetti in rappresentanza della CRUI, il Ministro per le Riforme e le Innovazioni Luigi Nicolais, Vincenzo Bozzolo Presidente dell’Associazione Pni Cube che supporta il Premio e Pietro  Guineani, Amministratore Delegato di Vodafone, il principale sponsor privato della manifestazione che quest’anno ha messo in palio 60mila euro. 
E’ stata invece posticipata la finale locale della Start Cup Federico II, la competizione giunta alla quinta edizione che può ormai vantare più di 700 partecipanti, 200 idee d’impresa, 65 business plan presentati, 4 spin-off e 9 imprese sul mercato.  La manifestazione prevista per il 25 ottobre nell’Aula magna storica dell’Ateneo, avrà luogo in una data da definirsi nella seconda metà di novembre e sarà l’occasione per riflettere sui lavori degli ultimi cinque anni del Comitato Organizzativo della Start Cup e per anticipare le novità dell’edizione 2008. In quella sede verranno premiati i primi tre classificati che si aggiudicheranno l’accesso alla finale nazionale del PIN a inizio dicembre.  
Il prof. Raffa ritiene importante precisare che i quattro gruppi selezionati nella Notte degli Angeli del 17 settembre per essere affidati a dei tutor, non sono affatto avvantaggiati nella finale locale. “Gli Angeli sono stati assegnati a coloro che si erano distinti in quella fase della Start Cup, a chi meritava di essere aiutato. La giuria del PIN seguirà criteri diversi – spiega il professore – Alcuni dei gruppi non selezionati nella Notte degli Angeli hanno ritenuto erroneamente che i giochi fossero fatti, invece la Commissione è costituita da venture capitalist esterni e valuterà soprattutto la capacità di portare sul mercato un’innovazione”.
Diverse sono le tattiche adottate da chi mira al capitale iniziale di 60mila euro messo in palio per trasformare il proprio progetto in realtà. Proprio in questi giorni si stanno concludendo le 14 Start Cup locali che promuoveranno ciascuna tre progetti formalizzati in un business plan.    (Ma. Pi.)
- Advertisement -





Articoli Correlati