Primi laureati triennali per Psicologia

Ad ottobre primi laureati in Psicologia al Federico II. Confetti rossi anche per Diego Ferrara, 22 anni, felicissimo di essere tra i primi novanta -su 250 iscritti tre anni fa- neo dottori del percorso triennale in Processi Relazionali e di Sviluppo. Relatore la prof.ssa Caterina Arcidiacono, Diego ha lavorato alla tesi “Studio del senso di comunità dei giovani studenti di Quarto”, comune dell’area flegrea in cui vive. Il neo laureato ripercorre con noi, il faticoso, ma, allo stesso tempo, affascinante cammino che lo ha portato fino alla laurea. Racconta: “la psicologia è sempre stata la mia grande passione. Sono sempre stato affascinato dalle competenze  tecniche e metodologiche  che sono alla base della formazione dell’individuo e dei gruppi. Quando ho saputo che anche a Napoli era nato il Corso di Laurea, non ho avuto più dubbi: era quella la mia strada”. Una sorta di feeling immediato: “si, anzi, più vado avanti e più sono convinto e contento. E’ un Corso stupendo, a misura di studente, dove è facilissimo integrarsi. Potevo scegliere di andare a Caserta, ma qui ho trovato un ambiente ideale, dove tutto sembra funzionare al meglio, specie per quanto riguarda il rapporto con i professori. Docenti che hanno stabilito con tutti gli studenti dei rapporti umani importantissimi e che, nel mio caso, hanno influito in maniera positiva per il prosieguo degli studi consentendomi di laurearmi nei tempi previsti. Su tutti, ho un ottimo rapporto con la prof.ssa Arcidiacono, con la quale ho avuto la fortuna di preparare la tesi. E’ stato un lavoro duro, ma ricco di soddisfazioni, che mi ha aiutato ancor di più ad inquadrare alcune tecniche relazionali, fondamentali per il mio futuro campo di studi”. I problemi per Diego sono attribuibili “alla cattiva impostazione e gestione  della riforma, che in questi anni ha regalato più ombre che luci”. Esami compressi e troppe prove d’esame che “hanno contribuito solamente ad aumentare l’ansia di noi studenti, alle prese con un calendario di esami che non conosce tregua e che, paradossalmente, incide negativamente sui nostri studi. Credo sia questo, forse, uno dei punti che va rivisto”. Diego – il cui sogno è la ricerca universitaria-, ovviamente, proseguirà gli studi. Giusto il tempo di festeggiare il primo traguardo, per poi ricominciare con la specialistica – Psicologia Clinica di Comunità- le cui lezioni partono il 10 novembre.
- Advertisement -





Articoli Correlati