PurpleJeans: un nuovo supercalcolatore alla Parthenope

Si chiama PurpleJeans il nuovo supercalcolatore presentato l’11 ottobre che servirà circa 50 ricercatori del Dipartimento di Scienze e Tecnologie dell’Università Parthenope. È costato 250 mila euro ed è rientrato in un finanziamento per un progetto di ricerca dedicato al Pattern Recognition and Computer Vision, i cui responsabili scientifici sono stati il prof. Giulio Giunta e il prof. Alfredo Petrosino, scomparso di recente.
Il calcolatore è stato progettato, invece, dal prof. Raffaele Montella e prodotto dall’azienda E4 Computer Engineering. “Sarà una macchina dedicata alla produzione di lavori scientifici nell’ambito del machine learning, big data e calcolo parallelo ad alta prestazione, focus di ricerca che sono ben rappresentati dai contenuti della Laurea Magistrale in Informatica Applicata, Machine Learning e Big Data – spiega Montella, docente di Scienze Matematiche ed Informatiche – Grazie a PurpleJeans potremo avere significativi avanzamenti di tipo scientifico. Si tratta di una macchina estremamente potente ed espandibile e che soddisferà pienamente i bisogni della ricerca del Dipartimento”.
Sarà possibile monitorare lo stato delle attività di PurpleJeans dal sito http://purplejeans.uniparthenope.it/ganglia.
Una curiosità sul nome che si va ad aggiungere a quello di BlackJeans, BlueJeans, GreenJeans e YellowJeans: “BlueJeans è il primo nato del Dipartimento, progettato sempre da me nel 2007 unendo tra loro due pc. In quello stesso periodo veniva presentata negli USA la tecnologia BlueGene per realizzare una nuova generazione di supercomputer. All’epoca, quindi, il nome volle essere un riferimento scherzoso al supercomputer americano!”.
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati