Regolamenti didattici, ultimi cambiamenti in attesa della nuova riforma

Modifiche ai regolamenti didattici, in merito a ridenominazioni o accorpamenti di alcuni corsi e nomine dei vincitori a posti di ricercatori: questi gli argomenti in discussione all’ultimo Consiglio di Scienze che si è svolto il 17 maggio. Gli ultimi cambiamenti in attesa che, a partire dall’anno accademico 2006/2007, entri in vigore il nuovo testo di legge. “Spero che sapremo fare tesoro dell’esperienza accumulata in questi tre anni, perché la complessità delle modifiche è diventata esplosiva” dice il Preside prof. Alberto Di Donato, il quale ricorda ai colleghi quanto sia importante, per non incrementare ulteriormente la caoticità del sistema, sospendere gli interventi di modifica ai regolamenti, in attesa che entri in vigore la nuova normativa. Molte volte, infatti, lo stesso insegnamento compare più volte nello stesso Corso di Laurea ma registrato con crediti diversi in base ai cambiamenti che, nel corso del tempo, sono stati apportati agli ordinamenti. Gli studenti, in base alla regolamentazione vigente nell’anno in cui si sono immatricolati, sostengono lo stesso esame vedendosi attribuire crediti diversi. “L’autonomia è un diritto, ma è anche un dovere da esercitare con cognizione – ammonisce il Preside – Non vorrei rimpiangere i tempi in cui un gruppo di accademici stabiliva gli insegnamenti a Roma. Avere troppi corsi danneggia il nostro bene massimo: gli studenti”. 
Ecco, in sintesi, le modifiche principali apportante ai regolamenti didattici. Nella laurea triennale in Biologia Generale e Applicata è stato inserito un nuovo curriculum in Tecniche Biomolecolari Avanzate, attivato nell’ambito del progetto Campus Campania. A Fisica, nuova distribuzione di alcuni corsi a scelta e nuova suddivisione dei crediti del modulo 1 e 2 del Corso di Laurea. Il primo modulo passa da 10 crediti a 7, mentre il secondo modulo passa da 6 a 9. Il corso di laurea in Informatica ha introdotto delle variazioni inerenti l’indicazione di alcuni insegnamenti, la loro articolazione in moduli e la tabella di quelli a scelta libera dello studente. Nuove suddivisioni in moduli e nuovi crediti anche per il Corso di Laurea interfacoltà di Scienza e Ingegneria dei Materiali, inscritta alla classe di Ingegneria dei Materiali, in seguito alla recente decisione del Consiglio di Facoltà di Ingegneria di modificare tutti i regolamenti didattici. Ridistribuzione di moduli e crediti anche per Scienze Naturali e Scienze Geologiche. 
Per quanto riguarda, invece, le lauree specialistiche, sono stati ridenominati alcuni insegnamenti delle Specialistiche in Matematica ed è stata ridenominata una laurea in Scienze dello Spazio, che da ora si chiamerà Astrofisica e Scienze dello Spazio.
- Advertisement -





Articoli Correlati