Restyling per l’aula studio del Dieti

Ti piacerebbe tornare a studiare nella tua aula preferita? Così il Dipartimento di Ingegneria Elettrica e delle Tecnologie dell’Informazione (Dieti) ha chiamato a raccolta i suoi studenti per festeggiare la riapertura dell’aula studio nella sede di via Claudio, chiusa la scorsa estate per lavori di ristrutturazione e restyling. “All’inaugurazione erano presenti i professori Piero Salatino, Presidente della Scuola, Giorgio Ventre, Direttore del DIETI, Carlo Sansone, Coordinatore del Corso di Ingegneria Informatica, e altri docenti – spiega Mariachiara Pollola, rappresentante degli studenti in Senato Accademico della Scuola Politecnica e membro dell’associazione Assi Ingegneria – L’aula era stata chiusa l’anno scorso, prima delle vacanze estive. Era disagevole studiare lì: i banchi erano traballanti, avevano le sedie incorporate, ma molte erano rotte e gli studenti dovevano cercarne altre. Inoltre, non c’erano abbastanza prese di corrente e bisognava collegare delle scarpette alle poche a disposizione. Anche i bagni non erano in buone condizioni”. Com’è ora la nuova aula? “I lavori non ne hanno cambiato l’aspetto iniziale. Ma c’è una nuova pavimentazione, le pareti sono state pulite, ci sono nuovi banchi, nuove sedute più comode e in maggior numero”. In precedenza, inoltre, il bagno riservato ai disabili era destinato anche ai ragazzi. I lavori di ristrutturazione hanno portato alla nascita di due locali separati. “Il professor Salatino ha invitato gli studenti a gestire correttamente questo spazio rinnovato. In passato era stato usato in maniera un po’ impropria e per questo danneggiato. Ha lanciato il motto ‘Viviamo l’università con civiltà’”, racconta Mariachiara. Poi conclude: “Per molti studenti quest’aula ha un valore affettivo, studiare qui è un’abitudine. L’edificio 3 è quello più frequentato dagli studenti del DIETI. L’aula studio è anche un luogo di ritrovo”.
All’inaugurazione hanno preso parte anche alcuni membri di Best Napoli, associazione culturale che connette gli studenti di tecnologia con l’Europa, e molti studenti del Dipartimento. Per Antonio Di Lauro (Ingegneria Biomedica) la vecchia aula “non aveva una sua identità con quei tavoli tutti rotti, le sedie diverse tra di loro e le pareti piene di disegnini”. Hanno partecipato all’inaugurazione anche Marco Riccio, Davide Russo e Vincenzo Pafundi (Magistrale in Ingegneria Informatica): “Ci ha colpito il discorso del prof. Salatino sul fatto che tocchi a noi studenti avere cura dei nostri spazi. Finalmente l’aula è vivibile. In passato con le scarpette collegate alle poche prese non si riusciva a studiare e l’aula era fredda. Invece, ora l’impianto di riscaldamento funziona a dovere”.
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati