Riapre la mensa e si fa festa

Un inizio d’anno ricco di novità per la Facoltà di Agraria, con in calendario una serie di appuntamenti importanti che coinvolgono sia gli studenti che i docenti.
Finalmente la mensa. Dopo anni di attesa riapre la mensa. La formula del servizio offerto è del tutto nuova, si tratta di un catering gestito da una ditta di Portici. In questo modo viene aggirato quello che era il principale ostacolo alla riapertura, ossia l’impossibilità di cucinare i cibi in sede per via della presenza di una caldaia non a norma. Con più di 180 posti, la mensa diventerà un ulteriore centro di socializzazione della facoltà, che verrà presentato a studenti e professori nel corso di un’inaugurazione ufficiale.
La tradizionale festa di inizio anno. Giunge alla quarta edizione la festa di Facoltà, che si terrà venerdì 21 ottobre. La manifestazione, che per la prima volta si avvale del finanziamento destinato dalla Federico II alle attività culturali, si svolgerà come sempre all’aperto e vedrà la partecipazione di gruppi musicali, realtà produttive del territorio campano e istituzioni locali. Una sinergia vincente che dà ogni volta la giusta percezione di ciò che significa frequentare la Facoltà di Agraria: conoscere gente, dialogare sia con i colleghi che con i docenti, stare a contatto con la natura, avere la possibilità di interagire con le molteplici forze del territorio vesuviano e campano attraverso iniziative di carattere culturale e sociale. 
Tutti insieme a visitare il Parco del Vesuvio. Con il finanziamento dell’Università è stato possibile organizzare una visita guidata al Parco Nazionale del Vesuvio, che si svolgerà (probabilmente) su due giorni durante la seconda settimana di ottobre. Il percorso, intitolato “Promozione e difesa del verde: la pianta e il territorio”, verrà differenziato a seconda dei Corsi di Laurea di provenienza dei ragazzi che intendono partecipare. L’evento è infatti rivolto a tutti gli studenti, e si presenta come un’esperienza pilota volta a verificare qual è il grado di ricettività e di gradimento rispetto ad iniziative esterne di questo tipo. Nel corso della visita i ragazzi incontreranno anche il sindaco di Ercolano Nino Daniele e il presidente dell’Ente Parco Nazionale del Vesuvio Amilcare Troiano. Tra la Facoltà di Agraria e l’Ente Parco già esiste una collaborazione per la protezione di specie protette.
Uno sportello per le certificazioni ISEE. Dalla metà di settembre è aperto presso l’Ufficio Orienta della Facoltà uno sportello curato dai ragazzi della Sinistra Universitaria per dare aiuto a chi deve presentare domanda di borsa di studio e di immatricolazione. Scaduto il 30 settembre il termine per le borse di studio, il servizio prosegue fino alla fine di ottobre per le immatricolazioni.     Almeno due ragazzi al giorno, rappresentanti o ragazzi part-time, si alternano allo sportello per tre giorni la settimana. Per informazioni rivolgersi all’Ufficio Orienta diretto da Patrizio Di Lorenzo.
Il Consiglio degli Studenti fa il bis. Si allarga il Consiglio degli Studenti della Facoltà di Agraria. Dieci membri invece di cinque, in applicazione dell’art. 56 dello Statuto di Ateneo, che prevede che in particolari condizioni si possa chiedere un ampliamento della composizione dell’organo. “Siamo in una situazione di deficit- dice Roberto Dinacci, presidente del Consiglio uscente- infatti l’ateneo manca dei Consigli di Corso di Laurea. Noi di Agraria abbiamo pensato di porre rimedio a questa situazione allargando la partecipazione al Consiglio di Facoltà. Ci siamo appellati all’art. 56 dello Statuto facendo un’espressa richiesta al Rettore. Così sono entrati a far parte del CdF i primi cinque non eletti alle ultime elezioni, che resteranno in carica fino alla nomina dei rappresentanti nei Consigli dei Corsi di Laurea”. Fanno dunque attualmente parte del CdF: Marcello D’Auria, Eduardo Cuoco, Massimo Bufano, Diego De Matteis, Antonio Paparo, Giuseppe Ascione, Giuseppe Scognamiglio, Ivan Farina, Rosario Mare. Quello di Giuseppe Scognamiglio è inoltre l’unico nome che circola per la rappresentanza nel Polo delle Scienze della Vita, per la quale le elezioni dovrebbero svolgersi a breve.
Parcheggio auto e motorini per gli studenti. Lavori in corso in Facoltà. La Sovrintendenza sta operando una riqualificazione dell’area alla fine degli emicicli del Palazzo Reale, dove prima gli studenti erano soliti parcheggiare. In sostituzione di questo spazio, grazie ad una convenzione con il Comune, sarà possibile parcheggiare in via Gianturco, nei pressi di Piazza S.Pasquale. 
Sara Pepe
- Advertisement -





Articoli Correlati