Scienze, immatricolazioni +20%

È tradizione a Scienze monitorare l’andamento delle iscrizioni. Durante la seduta del Consiglio di Facoltà del 19 ottobre il Preside, prof. Alberto Di Donato, ha diffuso i dati relativi alle immatricolazioni, al momento disponibili.  “Quest’anno, benché i quotidiani nazionali ci penalizzino sempre, l’Università Federico II ha inaugurato l’immatricolazione on-line – dice il Preside nella sua introduzione – e, come tutte le novità, ha creato, almeno all’inizio, più sbandamento e rallentamenti che vantaggi”. I dati al momento disponibili, rispecchiano una realtà della quale prendere atto: gli squilibri tra le aree disciplinari sono enormi. Le iscrizioni alla Facoltà nel complesso, sono aumentate del 20% ma questo incremento si registra, soprattutto, nei Corsi di Laurea dell’area Biologica, che presentano, all’incirca, 800 nuovi iscritti. Per quanto riguarda gli altri Corsi, Informatica presenta un piccolo calo nelle immatricolazioni, Chimica e Chimica Industriale un lieve incremento mentre restano invariati gli altri Corsi “E’ ancora prematuro lanciarsi in ipotesi o analisi ma una delle ragioni dell’incremento delle iscrizioni ai corsi di Biologia, potrebbe essere stato determinato dall’introduzione del numero chiuso a Biotecnologie e Farmacia” prosegue il docente. Il fenomeno è preoccupante perché i corsi di laurea interessati dall’incremento sono stati costretti ad organizzare, in una sola settimana, un gruppo in più, sia al Centro Storico che a Monte Sant’Angelo, con il contributo di alcuni docenti che hanno prestato ore di lavoro supplementare. “È abitudine di questa facoltà offrire un servizio agli studenti ma occorre  ripensare ai carichi didattici – ammonisce il Preside – perché ci sono colleghi che hanno carichi marginali e altri, invece, che sono oberati”. Alle aree disciplinari spetta prendere delle decisioni strategiche ed avanzare delle proposte ragionevoli per offrire agli studenti un servizio migliore. “Prima che il mio mandato si concluda, spero di riuscire ad organizzare una struttura didattica volta all’apprendimento degli studenti”. Una vera e propria chiamata alle armi che il Preside rivolge a tutti i colleghi “considero questi, problemi veri e non di sfondo”.
La seduta procede con le chiamate degli idonei tra le quali è da menzionare l’arrivo, al Corso di Laurea in Matematica, di un nuovo professore associato: Massimiliano Berti. Laureato a Milano, dottorato alla normale di Pisa, attualmente ricercatore di Analisi Funzionale presso la SISSA di Trieste, per la sua chiamata la Facoltà inoltrerà la richiesta di finanziamento per la procedura di trasferimento di un docente di chiara fama. La seduta termina con la lettura di una mozione di Facoltà contro il Decreto Moratti, che richiama nella sostanza la posizione già espressa dall’Ateneo e la presa d’atto della posizione della Conferenza dei Rettori.
Simona Pasquale
- Advertisement -





Articoli Correlati