Studiare in modalità e-learning, un progetto per tutte le Facoltà

Alla Sun si studia in modalità e-learning. “Grazie ad un finanziamento di 1milione  e 40mila euro da destinare alla formazione a distanza, abbiamo  pensato di diffondere il progetto dell’e-learning in tutte le Facoltà del Secondo Ateneo”, spiega il prof. Vincenzo Sica, docente di Patologia clinica alla Facoltà di Medicina  e delegato del Rettore  per questa iniziativa. “Diffondere perché a Medicina, da circa quattro anni, c’è una piattaforma che dà la possibilità agli studenti di accedere ad argomenti, lezioni trattate in aula a cui non erano presenti, ed anche interventi chirurgici. Se uno studente, ad esempio, non ricorda che cos’è la ‘glicemia’ può connettersi al sito e verificare tutte le lezioni attinenti l’argomento. Specifico che, naturalmente, queste lezioni in modalità e-learning non erano e non sono per nulla sostitutive dei corsi, per i quali la presenza è necessaria oltre che obbligatoria”. Saranno attivati diciassette corsi, ciascuno della durata di 150 ore. Venti, il massimo di studenti che possono partecipare a ciascun corso (venticinque nel caso in cui la classe sarà formata da disoccupati o inoccupati che avessero interesse a seguire i corsi per un personale arricchimento culturale). Le domande di ammissione vanno presentate entro il 4 maggio (Complesso di S.Andrea delle Dame in via Crecchio, a Napoli o presso le Presidenze delle rispettive Facoltà). I corsi sono aperti a tutti gli studenti iscritti nelle varie sedi delle università italiane. Ad esempio un iscritto ad Architettura a Firenze può partecipare al corso afferente a quella Facoltà. “La formazione a distanza – aggiunge il prof. Sica- è un ottimo  modo per accedere ad argomenti desiderati in ogni momento della giornata. In Italia, siamo molto indietro in questo campo, dobbiamo diffondere e abituare a questo tipo di formazione”.  Insieme al prof. Sica, hanno lavorato al progetto Silvia Selvaggi, tra l’altro dottoranda in e-learning, Beniamino De Martino, Luigi Iervolino, Giuseppe Sica, Gennaro Sicignano ed Enrico Vollono. Collaboratori del professore che stanno lavorando anche alla duplicazione della piattaforma di Medicina a Nassirya, un’operazione molto apprezzata anche dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. “Abbiamo due informatici iracheni che si stanno occupando di traduzioni e trasferimento dei dati per la duplicazione di una Facoltà di Medicina a Nassirya. Quando, poi, avremo a disposizione anche le risorse economiche, troveremo un congeniale sistema di comunicazione”. 
- Advertisement -





Articoli Correlati