Valentina Galdo, neo Presidente del Parlamentino studentesco

Si chiama Valentina Galdo e da due settimane è il nuovo presidente del Consiglio degli Studenti della Seconda Università. La Galdo succede a Marco Trabucco, il quale ha optato per il Consiglio di Amministrazione dell’Adisu di Caserta, organo in cui è stato eletto di recente. L’incarico della Galdo terminerà ad ottobre 2005, quando si dovrà procedere al rinnovo della rappresentanza studentesca della Sun.
26 anni, al sesto anno di Medicina del Corso di Laurea di Caserta, esponente di Confederazione, Valentina Galdo è stata eletta alla terza tornata con diciotto preferenze su ventitré aventi diritto. A votarla, il gruppo di maggioranza di centro-sinistra costituito da Confederazione, Collaborazione per lo Sviluppo e Sinistra Universitaria. “In terza battuta – riferisce la studentessa – si sono aggiunti anche alcuni consiglieri del centro destra”.
Un nome nuovo ed inaspettato quello della Galdo, dal momento che la studentessa è approdata al Parlamentino appena qualche giorno prima del suo insediamento alla presidenza come la prima dei non eletti nell’ottobre del 2003 al Senato Accademico. La studentessa, infatti, ha preso il posto del dimissionario Emilio Montemarano (ai senatori spetta di diritto accomodarsi nel Consiglio degli Studenti). “È vero – ammette – ma è altrettanto vero che faccio politica universitaria da ben cinque anni, da quando cioè sono diventata rappresentante degli studenti per il Consiglio del Corso di Laurea di Medicina a Caserta, carica che conservo ancora”. 
Un cane da presa, così si definisce, per l’accanimento con cui cerca di risolvere le questioni che di volta in volta gli studenti della sua Facoltà le sottopongono. “La conquista più importante che ho ottenuto – afferma – è stato l’abbassamento dei crediti per ciascun blocco, scesi ora dal 50 al 35%, con un ulteriore calo per il passaggio dal terzo al quarto anno”. “Il fatto è che sono sempre in Facoltà – spiega la ragazza – e ciò mi consente di stare continuamente a contatto con gli studenti”. A testimoniarlo, i tanti voti presi nel 2003 per la sua candidatura al Senato accademico, “col 90% delle preferenze che sono venute proprio dalla mia Facoltà”.  
Vicina alla corrente di Trabucco e Montemarano, Valentina Galdo è stata candidata “per dare continuità al lavoro cominciato dal mio predecessore”. Pertanto, “sebbene mi resti poco tempo, in questo scorcio di mandato cercherò di avvicinare il più possibile il Parlamentino agli studenti per far addentrare la rappresentanza nelle questioni delle singole Facoltà”. Simbolo dello stretto rapporto tra Consiglio e iscritti alla Sun, l’“SoStudenti”, un servizio di ascolto nato da un’idea di Marco Trabucco e su cui la neo presidente dovrà adesso sovrintendere. “Il nostro scopo è di mettere a disposizione di tutti gli studenti dell’Ateneo uno strumento che, abbattendo le barriere ed accorciando le distanze, permetta la comunicazione diretta, rapida ed efficace tra gli studenti e noi rappresentanti – dichiara Trabucco – In questo modo possiamo garantire una risoluzione tempestiva delle questioni, delle disfunzioni e dei disservizi segnalatici”. 
Chiamando il numero verde gratuito 800 888788 – raggiungibile da telefono fisso e mobile – gli studenti possono ottenere anche informazioni, notizie, aggiornamenti su manifestazioni ed eventi della vita universitaria studentesca della Sun. A rispondere alle chiamate, i consiglieri che siedono nel Parlamentino, cui tocca il compito di raccogliere le segnalazioni, risolvere – dove possibile – le controversie e portare le istanze degli studenti nei vari organi collegiali d’Ateneo. “Riceviamo in media una decina di telefonate al giorno – racconta il presidente del Consiglio degli Studenti – Di solito i ragazzi si lamentano per appelli d’esame spostati, docenti che si comportano male agli esami, disservizi delle Segreterie, ecc.”. L’SoStudenti è attivo dalle 9 alle 15 dal lunedì al venerdì. 
Paola Mantovano
- Advertisement -





Articoli Correlati