Tirocini, tasse, Erasmus italiano, carriere alias: i temi della campagna elettorale

209

Lezioni ed esami sono il fulcro intorno a cui ruota la vita universitaria di uno studente. Ma perché questo fulcro funzioni è necessario che tutti gli ingranaggi sui quali poggia siano perfettamente oliati e concatenati. Ingranaggi quali, ad esempio, tirocini in cui convalidare le conoscenze teoriche apprese, borse di studio ed esenzioni dalle tasse universitarie, alloggi per i fuori sede e carriere alias; strumenti che, in poche parole, garantiscono il diritto allo studio e alle pari opportunità consentendo a tutti di trarre il massimo da quelle lezioni e quegli esami a cui si accennava nell’incipit.

Ne sono fermamente convinti tutti gli studenti candidati al CNSU (Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari). Tra questi c’è Nicola Liguori, Vicepresidente del Consiglio degli Studenti dell’Università Federico II, all’ultimo anno di Giurisprudenza. Corre con la lista Confederazione degli Studenti. “Giurisprudenza e l’area umanistica non hanno mai avuto un consigliere nazionale – dice – La mia candidatura è espressione di tutto il gruppo di Confederazione di cui porto avanti valori e ideali”. Tra gli obiettivi che Liguori si pone: “L’aumento delle convenzioni per i tirocini per l’area medica, l’aggiunta di un’ulteriore sessione di laurea per le Professioni Sanitarie e il mantenimento della didattica integrata in qualità di strumento di potenziamento”. Sul fronte accesso al mondo del lavoro: “Chiederemo l’anticipo e la riduzione della Pratica Forense e ancora l’eliminazione degli Esami di Stato che rallentano l’ingresso nel mondo del lavoro come abbiamo constatato ad esempio ascoltando, tra gli altri, i colleghi di Architettura”. L’idea è di “porsi in continuità con il lavoro svolto dalla nostra consigliera uscente Mariachiara Pollola. Come Confederazione degli Studenti abbiamo ottenuto risultati davvero importanti, dall’estensione della no-tax area alla possibilità della doppia immatricolazione, dall’incremento delle borse Erasmus alle lauree abilitanti. Tutti punti che, se messi in pratica, contribuiranno a creare un’Università del futuro “che sia un vero luogo di formazione e crescita”. Illustra altri punti del programma di Confederazione Thomas Fusco, Consigliere di Amministrazione presso l’Università Parthenope dove studia Scienze Motorie: “Dall’ulteriore incremento della soglia no-tax all’aumento dei fondi per le attività di orientamento e tutorato, all’introduzione del cosiddetto Erasmus italiano. Ma precisa: “Al di là dei singoli punti, il mio obiettivo è dare più peso alla voce del Sud in questo organo nazionale”. Fusco si dice particolarmente emozionato per la sua candidatura: “La Parthenope non ha un rappresentante al CNSU dal 2004. Ho il supporto di tutto l’Ateneo e dell’associazione studentesca a cui appartengo, Parthenope Unita: la mia candidatura ha portato grande fermento”. La campagna elettorale è vivacissima e sta vedendo tutti i candidati impegnati in sopralluoghi e incontri presso le varie sedi e Atenei della Regione. “Un momento di incontro importantissimo che ci sta dando la possibilità di mettere nero su bianco le difficoltà e i bisogni di tutti gli studenti e le studentesse”, conferma Gianluca Ceriello, nei Consigli degli Studenti e della Scuola delle Scienze Umane e Sociali dell’Università Federico II. Ceriello, terzo anno di Scienze Politiche, corre con Udu-Liste Indipendenti-Liste di Sinistra. Anche lui parla dei tirocini formativi che “spesso non vengono svolti come da programma e che non prevedono buoni pasto o rimborsi spese per gli spostamenti e dei contatti con le aziende “che troppo spesso sono lasciati all’iniziativa dei singoli docenti. Come Udu ci stiamo battendo affinché, a livello nazionale, possano strutturarsi in maniera organica dei contatti con aziende disposte ad offrire veri e propri contratti e non solo stage e tirocini”. Un punto a cui tiene molto: Le carriere alias, anche queste più o meno o per nulla strutturate a seconda degli Atenei, affinché studenti e studentesse in fase di transizione non si trovino ad avere la carriera bloccata”. Ceriello si dice fiducioso: “Con Udu abbiamo la presidenza del CNSU da nove anni e abbiamo portato a casa importanti risultati. Il nostro obiettivo è creare un’Università sempre più inclusiva e gratuita”. Tra gli studenti dell’Università Vanvitelli candidati alle elezioni, per il CNSU, c’è Umberto Allegretto, Per il Merito e il Sud, che sulla sua pagina Instagram scrive: “Sono diventato Senatore Accademico ad ottobre 2021 e da allora ho fatto tanto per il nostro Ateneo e tanto ancora potrò fare. Con questa candidatura ora intendo impegnarmi in ambito nazionale per migliorare quella che è la quotidianità di noi studenti universitari”.

Carol Simeoli