V:ery Soon diventa 2.0: dal prossimo anno più navette (ecologiche) e nuovi itinerari

“V:ery Soon è in corso di aggiornamento, sarà implementato e reso più funzionale per i numerosi studenti che ne fanno uso”. Sono parole del prof. Armando Cartenì, docente ad Ingegneria, orgoglioso ideatore del servizio di trasporto gratuito per gli studenti abbracciato dalla Vanvitelli che dall’anno di fondazione, il 2016, ha permesso a frotte di ragazzi di raggiungere facilmente i poli universitari dislocati sul casertano. Tra gli aggiornamenti, tali da far conquistare al servizio la nuova denominazione di V:ery So- on 2.0, c’è l’incremento del numero delle navette (che passeranno da 5 a 9 e saranno ecologiche) e degli itinerari, una revisione della grafica (con il mantenimento del logo, che è ormai brandizzato) e un aggiornamento dell’app gratuita che sarà provvista, tra le altre cose, di un servizio di localizzazione delle navette, così da poter prevedere eventuali ritardi o malfunzionamenti dei mezzi. V:ery Soon ha funzionato a singhiozzi durante il periodo della pandemia, a causa delle continue interruzioni della didattica in presenza, ma dagli ultimi mesi del 2021 il servizio è ripreso e si interromperà soltanto il prossimo giugno, in concomitanza con la fine dei corsi. “La commissione non ha ancora deciso chi sarà il nuovo fornitore dei mezzi – ha fatto sapere Cartenì – ma la conferma l’avremo nelle prossime settimane. Quel che è certo è che a settembre il nuovo V:ery Soon 2.0 entrerà in attività”, ha assicurato. Sin dalla sua fondazione il servizio ha previsto il raggiungimento dei Dipartimenti del casertano e non quelli del napoletano, e questo in conseguenza di uno studio del piano urbanistico della città e del sistema dei trasporti, dal quale era emerso che “il napoletano, rispetto al casertano, è meglio servito dai trasporti pubblici, i quali permettono agli studenti di raggiungere facilmente i poli didattici”.

Rimarrà invariato inoltre, con la stipula di nuove convenzioni con diversi parchi auto, il servizio di car pooling, cioè il trasporto in auto condivisa. Gli studenti potranno accordarsi tramite un’app per raggiungere insieme l’università e usufruire di parcheggi gratuiti o a tariffe molto ridotte. L’aggiornamento del servizio navetta rientra nell’ottica dell’Ateneo di rendere l’università un sito aperto, inclusivo e attento alle esigenze dei principali portatori di interesse, cioè gli studenti. “È in questa visione che, dalla precedente campagna di V:ery Soon, abbiamo raccolto quel carico di esperienza necessario al perfezionamento del servizio, che si prefigura come uno dei fiori all’occhiello dell’Ateneo”, ha concluso Cartenì.

N. Di N.

- Advertisement -

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

spot_img

Articoli Correlati