Dirigenti sportivi ospiti in Facoltà

Anche il Corso di Laurea in Scienze Politiche dell’Amministrazione si prepara ad attivare le modifiche richieste dalla riforma. Il Presidente di Corso di Laurea, prof. Carlo Amatucci, insediatosi a novembre, annuncia “nonostante diverse difficoltà di carattere burocratico, si sta lavorando molto bene”. Gli studenti non subiranno il peso dei cambiamenti perché la struttura didattica del Corso resterà sostanzialmente invariata. “L’adeguamento è stato fatto e siamo in via di definizione – aggiunge il prof. Amatucci – Devo dire, però, che sono un po’ critico rispetto a questa sovrabbondanza di informazioni che bisogna fornire e che possono disorientare lo studente. Noi abbiamo cercato di inserire contenuti informativi il più possibile vicini alla realtà, con particolare riferimento ai successivi sbocchi lavorativi”. E proprio per quanto riguarda gli sbocchi occupazionali, sembra trovare una via di risoluzione la questione più volte posta dagli studenti sull’accesso alla professione di Commercialista: se i laureati del vecchio ordinamento in Scienze Politiche, inserendo alcuni esami nel piano di studio, potevano accedere all’esame di Stato, oggi ai nuovi laureati è preclusa questa possibilità. “Il problema è che la legge prescrive che possono accedervi  solo coloro che hanno conseguito la Laurea Specialistica in due specifiche classi di laurea attualmente presenti presso la Facoltà di Economia”. A questo punto per garantire l’accesso alla professione di commercialista anche ai laureati in Scienze Politiche, si possono seguire due strade, come spiega il professore: “stiamo discutendo se in questo momento sia il caso di istituire un Corso di Laurea Specialistica di questa classe anche da noi o attivare un piano di studi, nell’ambito del triennio, che faciliti l’accesso alle Specialistiche di Economia”. Le risorse economiche ed in termini di docenti per una Specialistica dedicata sono presenti ma “l’Ateneo non è molto propenso a creare un Corso di Laurea duplicato di un altro – sottolinea Amatucci – anche se noi faremo un Corso della stessa classe ma con caratteristiche diverse. Devo dire che anche a livello ministeriale c’è la tendenza allo snellimento e alla diminuzione dei Corsi, quindi, per ora questa resta solo un’ipotesi”.  
Internazionalizzazione. Il professore annuncia la stipula di una convenzione  con la Kwansei Gakuim University del Giappone. “Già dal 2003, come Facoltà, avevamo rapporti con questa Università – spiega – Due docenti sono venuti dal Giappone alla Federico II e il collega Carlo Panico ed io siamo stati alla Kwansei. Inoltre anche uno studente nipponico è stato ospite a Scienze Politiche. Quindi non si è fatto altro che ufficializzare questi già fiorenti rapporti. La convenzione è stata approvata nel Consiglio di Facoltà del 13 dicembre e sarà a costo zero perché in questo momento di incertezza per l’Ateneo non abbiamo ritenuto opportuno prendere accordi finanziari. In ogni caso, entrambi gli Atenei si impegnano per cercare fondi anche esternamente”.
Attività seminariali. Il 15 febbraio, in Aula Spinelli, si terrà un convegno su “L’Impresa Sportiva: organizzazione e disciplina tra norme statali e dell’ordinamento sportivo”. Parteciperanno all’incontro oltre al Preside Raffaele Feola e a docenti ed esperti in materia, anche numerosi rappresentanti del mondo sportivo, come il dirigente sportivo Ottavio Bianchi o Mario Maione, Presidente dell’Eldo Napoli Basket.
Valentina Orellana
- Advertisement -





Articoli Correlati