Economia verso l’elezione dei Presidenti dei Corsi di Studio

“Corre voce di un possibile blocco delle assunzioni. Noi abbiamo alcuni concorsi da ricercatore in sospeso. Suggerirei di darci da fare e non arrivare all’anno prossimo. Si parla anche di possibile ‘scivolo’ per tutti coloro che hanno maturato quarant’anni di carriera”. Il Preside Achille Basile apre la seduta del Consiglio di lunedì 22 settembre senza preamboli, con un chiaro riferimento alla difficile situazione in cui versa l’università italiana ed un esplicito riferimento ad un eventuale ‘pensionamento forzato’ per i docenti anziani. 
Sono state indette le elezioni per il Senato Accademico e la Facoltà, che negli ultimi due anni è stata rappresentata dall’associato Riccardo Vona e dal Direttore di Dipartimento Stefano Ecchia, deve raccogliere nuove disponibilità. Da segnalare, infine, che il prof. Marco Pagano è stato proposto come nuovo presidente della Fondazione Einaudi.
Come ogni inizio d’anno, sono le procedure di conferma in ruolo, trasferimento e attribuzione di incarichi didattici e supplenze a tenere banco, ma questo è un anno speciale. Entra in vigore il nuovo ordinamento e bisogna riorganizzarsi. A breve verrà reso noto il calendario degli esami, che dovrà tener conto delle esigenze di studenti afferenti a ben tre diversi sistemi e nelle prossime settimane si procederà anche all’elezione dei nuovi Presidenti dei corsi di studio, organi collegiali che racchiuderanno in se i Corsi di laurea triennali e magistrali, sia di vecchia che di nuova istituzione. Uniche eccezioni, i Corsi di laurea in Diritto dell’Economia e in Economia della Pubblica Amministrazione che conserveranno l’attuale organizzazione fino alla definitiva soppressione. Scaduti, invece, i mandati di alcuni Direttori di Dipartimento. Già riconfermato alla guida del Dipartimento di Matematica e Statistica, in quanto unico candidato, il prof. Vincenzo Aversa, mentre a partire dal primo novembre, la prof.ssa Adele Caldarelli subentrerà al prof. Stefano Ecchia al vertice del Dipartimento di Economia Aziendale.
Procedure di 
valutazione
 per le Magistrali
Insieme al primo anno triennale del nuovissimo ordinamento, parte anche il primo anno magistrale, con la novità delle procedure di valutazione. La legge impone che l’ammissione si basi sulla verifica delle conoscenze di base degli studenti. Crediti in determinati settori scientifico-disciplinari, meglio ancora se in materie che costituiscono già settore-scientifico disciplinare, rappresentano un requisito preferenziale per l’ammissione immediata. Gli altri dovranno sottoporsi a dei colloqui di valutazione. I Corsi di Laurea, renderanno note volta per volta, fino al 31 gennaio 2009, le date dei colloqui. Per tenersi aggiornati, si può consultare il sito di Facoltà: www.economia.unina.it. 
 Simona Pasquale
- Advertisement -





Articoli Correlati