Lezioni magistrali a Giurisprudenza

“La concorrenza tra gli ordinamenti” è il tema conduttore del nuovo ciclo di lezioni magistrali della Facoltà di Giurisprudenza Suor Orsola, che si è aperto lo scorso 1° aprile con il filosofo del diritto Francesco Viola, dell’Università di Palermo. La sua lezione su “La concorrenza tra gli ordinamenti e la scelta del diritto” ha aperto una riflessione importante sul modo in cui il giurista deve confrontarsi con la molteplicità di ordinamenti presenti oggi. “Quello della concorrenza tra ordinamenti è un tema di grande importanza”, dice il Preside della Facoltà, prof. Franco Fichera, “molti concepiscono questa concorrenza come competizione o conflitto, noi invece la osserviamo sotto diversi aspetti, intendendola come compresenza e integrazione che impongono scelte differenti a seconda del settore del diritto in cui ci si trova a operare: il diritto penale, il diritto di famiglia, il diritto delle società…”. Le lezioni si terranno ogni martedì alle 15.30. La prossima, con il prof. Alessandro Pizzorusso, si svolgerà l’8 aprile presso la Sala Arengario del Palazzo di Giustizia al Centro direzionale e sarà intitolata “Pluralità degli ordinamenti e sistema delle fonti del diritto”. “Questo ciclo è stato organizzato con la collaborazione della Corte d’Appello di Napoli e i referenti della formazione del CSM”, spiega il preside, “per cui qualche volta saremo loro ospiti”. Il prof. Fichera ha avuto grandi soddisfazioni dall’iniziativa nata quattro anni fa come strumento integrativo di formazione dei giovani iscritti a Giurisprudenza. Nel corso degli anni si è incentivata la partecipazione degli studenti attraverso la previsione di un riconoscimento finale che coinvolge anche gli incontri del ciclo Cinema Letteratura Diritto, che si svolge da ottobre a dicembre: a coloro che seguiranno due di queste iniziative per intero sarà attribuito un punto in più in seduta di laurea. Un incentivo che non ha carattere semplicemente formale, come spiega il prof. Fichera: “lo studente dovrà dimostrare di aver appreso qualcosa da queste esperienze formative, quindi durante la seduta di laurea sarà chiamato a parlarne”. Tutte le lezioni vengono pubblicate a cura della Editoriale Scientifica, si è già arrivati al ventitreesimo volume. Gli studenti possono reperire le pubblicazioni presso la biblioteca di facoltà, ed eventualmente usufruire del prestito. Anche se pensato anzitutto per loro, il ciclo di lezioni magistrali si rivolge a tutti gli operatori giuridici del territorio, dunque ogni volta sono presenti docenti, avvocati, magistrati, dottorandi. Tutti i dottorati della Campania hanno inserito il programma nelle loro attività di formazione. Lo riportiamo di seguito. 15 aprile: Antonio Cassese, Università di Firenze. L’apertura degli ordinamenti statali alla comunità internazionale.  22 aprile: Giuseppe Tesauro, Giudice della Corte costituzionale. La concorrenza tra gli ordinamenti nella prospettiva comunitaria. 29 aprile: Hugh Ault, Boston College Law School. La concorrenza fiscale. 6 maggio. Valerio Onida, Università di Milano, Presidente emerito della Corte costituzionale. La tutela dei diritti fondamentali e le Corti. 13 maggio: Paolo Spada, Università di Roma La Sapienza. Ordinamenti giuridici e giurisdizioni in concorrenza: il crepuscolo del monopolio delle regole e dei giudici. 27 maggio: Salvatore Senese, Presidente di Sezione della Corte di Cassazione. La risposta dei giudici italiani al conflitto tra gli ordinamenti. Tutte le lezioni si terranno presso la sede di Santa Lucia al Monte tranne l’ultima, che si svolgerà nuovamente presso la sala Arengario del Palazzo di Giustizia. 
Sara Pepe
- Advertisement -





Articoli Correlati