Politologi protesta sui fondi alle associazioni

Anche Politologi.it protesta contro l’assegnazione dei finanziamenti del Federico II alle associazioni studentesche per la promozione di attività culturali. “Questa distribuzione risente troppo della vicinanza ideologica dei rappresentanti studenteschi in Consiglio di amministrazione ad un’associazione piuttosto che ad un’altra –  dichiara Dario Russo, presidente di Politologi, associazione studentesca di Scienze Politiche- Per questo noi crediamo che si debba trovare un altro sistema per la distribuzione di questi fondi”. La goccia che ha fatto traboccare il vaso –sostiene Russo- sono i 4.909 euro stanziati per il Calendario delle Studentesse 2008 proposto da Confederazione, i 5.900 euro per il Viaggio all’acquario di Genova degli associati di STIGE, o ancora i 5095 euro per la festa per gli studenti federiciani organizzata da Ippocrate, e i 3017 euro assegnati a Terzo Millennio per eleggere la reginetta d’Ateneo. “Queste non sono attività culturali!- denuncia Russo- Mentre il nostro giornale lo è, ma per quello ci sono stati assegnati solo 1900 euro, con i quali dovremmo stampare 24 numeri. Lo stesso problema ce l’ha Solunina che ha visto finanziato solo un progetto su quattro per circa 1000 euro”. La protesta per le disparità nei finanziamenti non interessa solo Politologi, ma partita dal sito di questa associazione, si sta diffondendo anche fra gli altri soggetti interessati, per creare una rete di mobilitazione. “Diversi progetti realmente culturali sono stati bocciati e tanti altri progetti hanno avuto finanziamenti miseri. Eppure ci sono associazioni che hanno fatto scorpacciate di denaro. La Confederazione incassa ben 20.416 euro e le sue associazioni satellite hanno preso cifre altrettanto interessanti ”. Gli studenti di Politologi, dunque, chiedono che venga annullata l’assegnazione di quest’anno e, inoltre, stanno preparando un documento congiunto con tutte le altre associazioni che si sentono danneggiate per proporre un nuovo metodo di divisione delle risorse. 
Sempre da Politologi è partito, invece, un sondaggio che riguarda strettamente gli studenti della Facoltà di Scienze Politiche, che sono chiamati a votare due tra i dodici punti dell’Ordine del Giorno da proporre al Consiglio degli Studenti di Facoltà. “Dopo l’inconcludenza  degli ultimi Consigli degli Studenti- spiega Russo- abbiamo deciso di proporre noi gli argomenti sui quali discutere e che gli studenti, tramite il nostro sito, possono indicare come quelli più urgenti. E alcuni di questi sono stati già risolti, come la questione dell’esame di spagnolo”. Allora non resta che scegliere tra:  chiarezza inerente al corso di Spagnolo;  istituzione dell’aula multimediale all’interno della Facoltà;  maggiore pulizia dei servizi igienico sanitari per tutta la struttura di Scienze Politiche;  migliore distribuzione degli appelli d’esame, andando a rispettare non solo i 15 giorni di intervallo tra una data e l’altra ma anche cercando di distribuire meglio le date all’interno delle stesse sessioni; istituzione di una ulteriore laurea specialistica per ampliare l’offerta didattica; riconoscimento dei crediti per gli studenti iscritti all’ordine dei giornalisti; apertura continua dell’auletta studenti; contenitori per la raccolta differenziata all’interno dell’edificio; miglioramento del servizio informatico con maggiore funzionalità del sito www.scienzepolitiche.unina.it, del servizio ESIS, introduzione servizio newsletter; spostamento dell’aula studio n° 5 in uno spazio meno rumoroso e più consono per le attività degli studenti; istituzione di un’aula dedicata esclusivamente alle associazioni studentesche iscritte all’albo della Federico II; installazioni di distributori automatici per bevande e cibo  all’ingresso della Facoltà.
(Va.Or.)
- Advertisement -





Articoli Correlati