Al Dicea importanti interventi di sistemazione dei Laboratori

Nuovi insegnamenti e Lauree a doppio titolo con l'estero: le novità

“Stiamo realizzando interventi importanti di sistemazione dei Laboratori. Abbiamo appena messo a posto quello di Strade, che è stato intitolato non molto tempo fa al professore Luigi Tocchetti. A giorni partiranno gli interventi relativi a quello di Ingegneria sanitaria ed ambientale ed un primo blocco di lavori per Idraulica”. Il Dipartimento di Ingegneria civile, edile e ambientale (Dicea) della Federico II, racconta il prof. Francesco Pirozzi, che ne è il Direttore da poco più di un anno, sta investendo risorse per adeguare i suoi Laboratori, migliorandone la strumentazione, la sicurezza e le potenzialità. “Per noi – sottolinea – sono essenziali ed è fondamentale che siano sempre al passo con i tempi. I nostri studenti hanno la possibilità di mettere le mani in pasta, come si suol dire, proprio nei laboratori, e per la loro formazione è importante che siano strutture competitive. Li utilizziamo, inoltre, per la ricerca e per le attività che svolgiamo in conto terzi ed anche in questa ottica abbiamo la necessità di provvedere sempre al loro aggiornamento sia dal punto di vista degli strumenti, sia sotto l’aspetto strutturale”. I lavori in corso sono finanziati dall’ateneo e, in quota parte, su fondi del Dipartimento. “Abbiamo approfittato”, dice il docente, “anche degli interventi per la sicurezza per ristrutturarli con dotazioni impiantistiche, attrezzature ed altro”. Sono finiti, nel frattempo, i lavori di realizzazione della nuova Aula studio ricavata nell’Edificio 8. “Siamo in attesa che arrivino gli arredi e poi aprirà”.
Sul versante del Pnrr, il Dicea sta partecipando a diverse iniziative. “In alcune siamo coinvolti in maniera molto importante, per esempio sul Centro della Mobilità perché abbiamo docenti che si occupano di trasporti, il nodo centrale sarà a Milano; in Agritech, e lì il cuore sarà alla Federico II. Siamo, inoltre, parte del Centro sul calcolo perché da noi insegnano e fanno ricerca vari docenti che si occupano di questioni attinenti appunto al calcolo ed alla elaborazione dei dati”. Il Dipartimento partecipa anche “all’unica iniziativa nell’ambito del bando che riguarda gli ecosistemi per l’innovazione. Una iniziativa regionale con estensione al Molise alla quale non faremo mancare contributo”. Poi, nell’ambito dei partenariati estesi, “abbiamo un ruolo importante per esempio sulle energie del futuro, sui rischi naturali ambientali ed antropici, sulla sostenibilità ambientale ed economica dei territori sui beni culturali. Il nostro è un Dipartimento multidisciplinare per definizione ed abbiamo interessi abbastanza trasversali”. Nelle manifestazioni di interesse sono coinvolti decine di docenti.
Sta per cominciare, intanto, il secondo semestre, che ha una importante novità. “Proponiamo – spiega Pirozzi – una serie di insegnamenti nuovi perché, nell’ambito del finanziamento come Dipartimento di Eccellenza, avevamo inserito vari corsi in inglese. Partiranno quest’anno. Dieci nuovi insegnamenti trasversali ai vari Corsi di Laurea offerti a tutti gli allievi delle Magistrali che speriamo possano essere utili a migliorare anche la capacità del Dipartimento di attrarre studenti da altri Paesi. L’internazionalizzazione è una priorità della Federico II e su questo ci muoviamo molto, in varie direzioni”. Entra nel dettaglio: “Nell’ultimo Consiglio di Dipartimento del 2021 abbiamo approvato una laurea con doppia validità, in Italia e in Bulgaria, che riguarda Ingegneria per l’ambiente e il territorio, e sono in corso le attività e le procedure per attivare una seconda laurea con doppio titolo, in collaborazione con l’ateneo di Madrid che verte sull’Ingegneria Edile”. Ancora: “anche quest’anno abbiamo programmato la Scuola internazionale per dottorandi e post doc che teniamo nella seconda settimana di ottobre. Nel 2021 si è svolta a distanza, tramite piattaforma informatica, perché le condizioni della pandemia da coronavirus non consentivano la presenza fisica degli studenti. Hanno partecipato da remoto circa cento allievi, in massima parte stranieri. La speranza è che ad ottobre si riescano a svolgere le lezioni in presenza”. È una Scuola, precisa Pirozzi, “nell’ambito della quale in una settimana vengono docenti in buona parte esterni al Dipartimento per seminari su diverse tematiche trasversali alle diverse aree. Professori di Ingegneria idraulica, ambientale, geotecnica. Ovviamente, poi, cerchiamo di dare un filo conduttore. Nel giro di un mese avremo un programma più definito”.
Elezioni alle porte per scegliere i Coordinatori di due Corsi di Laurea: la Magistrale a ciclo unico in Ingegneria Edile-Architettura, guidata al momento dalla prof.ssa Roberta Amirante, e la Magistrale in inglese in Transportation Engineering and Mobility di nuova istituzione. Si voterà il 21 febbraio. Candidati? “Certamente stiamo discutendo”, risponde il direttore, “ma al momento non mi sbilancio nel fare nomi. Immagino in ogni caso che arriveremo a candidature unitarie per entrambi i Corsi di Laurea”. Il 9 marzo scade anche la Giunta di Dipartimento che dovrà essere rinnovata. 

Scarica gratis il nuovo numero di Ateneapoli su www.ateneapoli.it

- Advertisement -

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

spot_img
spot_img

Articoli Correlati