Alla Federico II allargata la no tax area, da due a tre le rate

Dopo gli incrementi dello scorso anno, che hanno suscitato vivaci proteste da parte degli studenti, per il 2018/2019 il sistema di tassazione della Federico II non subisce ulteriori ritocchi verso l’alto. È stato approvato a fine luglio, con il parere negativo del Consiglio degli Studenti di Ateneo. “Avremmo voluto – dice Antonio Chianese, rieletto presidente del parlamentino studentesco – più coraggio da parte dell’Ateneo nell’introdurre agevolazioni ed opportunità. Sarebbe stato un segnale importante, dopo i rincari dell’anno precedente. Ciò detto, il giudizio complessivo non ci impedisce di apprezzare alcuni importanti elementi che sono stati introdotti nel meccanismo delle tasse per il 2018/2019”. Tra le più significative novità, indica “l’allargamento della soglia no tax area. Si passa da 13 a 15 mila euro di Isee. È importante perché significa comprendere nella fascia di esenzione totale altre centinaia di studenti”. Altra novità è l’incremento delle rate per il saldo di quanto dovuto da parte degli iscritti. “Si passa – riferisce – da due a tre rate. Scadono il 31 ottobre, il 28 febbraio ed il 30 aprile. Anche la nuova terza rata, come già la seconda, non sarà…
L’articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola dal 21 settembre (n. 12-13/2018 del 21 settembre) o in versione digitale all’indirizzo: https://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati