Incontri di preparazione al colloquio motivazionale per le aspiranti matricole

Hospitality Management

Capacità di orientarsi tra i vari comparti che animano il settore turistico, attenzione alle ultime news in materia, buone abilità comunicative e relazionali e, soprattutto, tanta motivazione. Queste sono le doti richieste a chi, a settembre, affronterà il colloquio di selezione per accedere al Corso di Laurea in Hospitality Management. Sembra difficile? Nient’affatto! Anche perché le aspiranti matricole possono approfittare di un ciclo di incontri di preparazione al colloquio tenuto, online, proprio dai docenti di Hospitality Management. “Abbiamo svolto i primi incontri il 14 e 21 aprile. I prossimi sono in programma il 5 e 19 maggio e, qualora fosse necessario, ne organizzeremo degli altri”, informa la prof.ssa Valentina Della Corte, Coordinatrice del Corso. La selezione, spiega ancora la docente, “si basa per il 50% sul voto di maturità e per il 50% sul colloquio motivazionale e tiene conto anche della conoscenza della lingua inglese. A chi sosterrà il colloquio, chiaramente, non è richiesta già una conoscenza approfondita del settore turistico; ci aspettiamo, piuttosto, che sia in grado di orientarsi al suo interno e di comprenderne l’andamento e le principali tendenze”. Nel corso degli incontri di preparazione – a cui è possibile prenotarsi inviando una mail a infohospitalitymanagement@unina.it – “i docenti stanno fornendo indicazioni relative alla ricerca delle fonti da utilizzare per tessere una prima panoramica generale e cominciare a conoscere le realtà aziendali di riferimento più importanti. Ma, ripeto: il livello di preparazione richiesto è di base. Nulla di più”. Altri preziosi suggerimenti: “I docenti si stanno soffermando anche sull’atteggiamento da tenere al colloquio, con inviti a mantenere la calma e a mostrarsi sicuri di sé”. Sono in cantiere novità per il prossimo anno accademico? “Sicuramente una: il numero degli ammessi al Corso aumenterà di dieci unità – passando da cinquanta a sessanta – una mossa con cui intendiamo aprirci maggiormente anche agli studenti stranieri”. E ancora: “Vorrei introdurre nuovi cicli di seminari dedicati a eventi e meeting nel settore turistico e rafforzare le attività incentrate sull’acquisizione delle skills comunicative”, conclude.

Scarica gratis il nuovo numero di Ateneapoli su www.ateneapoli.it

- Advertisement -

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati