Laurea honoris causa al Nobel Takaata Kajita, scienziato “eccezionale”

Giornata storica per il Dipartimento di Fisica Ettore Pancini e per l’Università Federico II: lunedì 30 gennaio, nell’ambito delle Antonio Barone Lecture è stata attribuita, nell’Aula Magna Carlo Ciliberto del complesso di Monte Sant’Angelo, la Laurea Honoris Causa a Takaata Kajita, premio Nobel per la Fisica 2015 per la scoperta delle oscillazioni del neutrino che dimostrano come questo abbia massa. “Oggi invitiamo un’eccellenza della ricerca a far parte della nostra comunità per proporre ai nostri studenti un modello di riferimento per le loro aspirazioni”, commenta il Prorettore Arturo De Vivo, intervenuto in rappresentanza del Rettore Gaetano Manfredi trattenuto fuori Napoli, che legge anche un messaggio di saluto del Sindaco Luigi De Magistris, nel quale il primo cittadino auspica un “proficuo lavoro che contribuisca alla crescita e al bene dell’umanità”. Con lui, al tavolo d’onore, anche i Presidenti delle Scuole delle Scienze Umane e Sociali, di Medicina, Politecnica e delle Scienze di Base, i professori Aurelio Cernigliaro, Luigi Califano, Piero Salatino (il quale saluta l’ospite con parole affettuose: “il nostro Universo è regolato da modelli di disarmante semplicità, ma che richiedono grande intuizione. È un onore avere il prof. Kajita nella nostra famiglia”), i Direttori dei Dipartimenti di Agraria e Fisica Matteo Lorito e Leonardo Merola.  “Il nostro Dipartimento ha rapporti antichi con il Giappone, che si rinnoveranno e diventeranno ancora più forti nei prossimi anni”, commenta il prof. Merola, il quale ricorda la figura…
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola dal 10 febbraio (n.2/2017)
o in versione digitale all'indirizzo: https://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati