Matematica: il carico didattico, per alcuni esami, non corrisponde ai crediti

“È un bel Corso di Laurea”. “Siamo molto fortunati, i nostri professori sono bravissimi, alcuni sono davvero dei personaggi incredibili e delle menti influenti nel loro campo”. “Siamo molto seguiti. I nostri docenti ci trattano quasi come dei figli e sono sempre disponibili al ricevimento, anche in giorni diversi da quelli stabiliti”. “Ci rispettano tantissimo e anche all’esame ci danno grande soddisfazione. Non esiste che ci tengono dieci minuti e basta. Ci esaminano almeno per un’ora e, se per caso non ci ricordiamo un teorema o non abbiamo capito qualche argomento, ce lo spiegano persino durante la seduta. Anche quando l’esame è finito, non ti mollano finché non sono sicuri che hai capito, perché per loro il ragionamento è più importante della memoria”. “Il calendario di esami è organizzato quasi perfettamente, e al terzo anno concordiamo le date in aule”. Sono le affermazioni degli studenti  di Matematica quando descrivono il contesto in cui vivono. Il numero di iscritti contenuto, la forte componente vocazionale di chi sceglie questi studi, una cultura diffusa di attenzione allo studente e una struttura progettata per vivere l’università rendono il Dipartimento di Matematica ‘Renato Caccioppoli’ di Monte Sant’Angelo epicentro di tutta la vita degli studenti, un’isola felice in cui i problemi, non solo quelli relativi ai numeri, si cerca di…
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola dal 9 dicembre (n.20/2016)
o in versione digitale all'indirizzo: https://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati