Parte la Magistrale in Turismo: “in Campania siamo gli unici”

Parte la Magistrale in Turismo: "in Campania siamo gli unici"

“Abbiamo ottenuto l’approvazione da parte del Cun, il Consiglio Universitario Nazionale, e dunque ora è ufficiale. A partire dal prossimo anno accademico attiveremo la Laurea Magistrale in Turismo, il naturale proseguimento di quella Triennale in Scienze del Turismo. Sarà ad accesso libero, non è previsto un numero programmato”. Il prof. Francesco Eriberto D’Ippolito, Direttore del Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università Vanvitelli, fa il punto sulle novità. “Stiamo avviando – dice – protocolli con licei ed associazioni affinché vengano a conoscenza della nuova laurea. Sarà uno dei fiori all’occhiello del Dipartimento. In Campania siamo gli unici a proporla. Nel Mezzogiorno, a quanto mi risulti, qualcosa di simile c’è solo a Palermo e, forse, a Reggio Calabria”. È in fase di attuazione nel Dipartimento, intanto, il Protocollo 110 e lode sottoscritto dall’Ateneo. “È stato pensato dal Ministro Brunetta per riqualificare ed aggiornare i lavoratori della Pubblica Amministrazione. Permetterà loro di iscriversi ai Corsi di Laurea di natura giuridica ed economica pagando la metà delle tasse. Ad aprile partiremo con le immatricolazioni e per l’occasione stiamo attivando anche un corso di alta formazione in Diritto ed Economia. Per noi di Scienze Politiche il Protocollo 110 e lode, d’altronde, è la prosecuzione di un cammino che avevamo già intrapreso quando, tempo fa, stipulammo una intesa simile con l’Anci, l’associazione dei Comuni italiani. L’iniziativa di Brunetta ora ci dà una mano perché abbassa i costi delle iscrizioni degli studenti che aderiranno”. L’otto marzo, intanto, si inaugura il Master di primo livello in Turismo sostenibile e comunicazione della bellezza. Un’altra importante novità, prosegue il docente, “è il protocollo d’intesa che il Dipartimento ha sottoscritto con il Teatro San Carlo per la digitalizzazione dell’archivio storico”. Il Cosme (Centro-Osservatorio sul Mezzogiorno d’Europa), del quale fa parte anche il Dipartimento di Scienze Politiche, mette a disposizione i suoi scanner digitali per trasferire in formato elettronico tutto l’archivio storico del Teatro Massimo napoletano. Nella stessa ottica, “ci accingiamo ad una intesa con la Fondazione Banco di Napoli”. Il direttore del Cosme è il prof. Giuseppe Cirillo, indicato da un Comitato tecnico composto da rappresentanti dei quattro Dipartimenti della Vanvitelli che ne fanno parte: Economia, Lettere-Beni Culturali, Ingegneria, Scienze Politiche. Al gruppo di ricerca che fa capo al Cosme collaborano, dopo la stipula di diverse convenzioni, alcune Università italiane ed europee: la Sorbona-Parigi 1, l’Università di Magonza, l’autonoma di Madrid, diverse Direzioni generali ed altri istituti centrali sia del Ministero dei Beni Culturali italiano sia degli equivalenti Ministeri francesi e spagnoli. In squadra con Design, prosegue D’Ippolito, “il mio Dipartimento è stato inoltre ammesso alla seconda fase di un progetto Pnrr molto importante sulla riqualificazione del sito di San Leucio. Vale 14 milioni di euro e mi auguro che il passaggio di turno, per adoperare una terminologia sportiva, preluda al finanziamento futuro. Poi abbiamo molti altri bandi Pnrr in corso. Sono una grande opportunità, sebbene presentino una grande complessità di gestione”. Infine, circa un mese fa Scienze Politiche ha firmato un protocollo con l’Ordine degli avvocati di Santa Maria Capua Vetere per la formazione dei professionisti in toga nella mediazione sulla crisi d’impresa. “Sarà riproposto il prossimo anno e mi auguro di poterlo fare da settembre anche con Giurisprudenza in una ottica di collaborazione tra strutture dell’Ateneo”.


Fabrizio Geremicca 

Scarica gratis il nuovo numero di Ateneapoli su www.ateneapoli.it

- Advertisement -

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

spot_img
spot_img

Articoli Correlati