A Matematica e Fisica iniziativa per celebrare ‘il lato femminile’ della scienza

In occasione dell’otto marzo il Dipartimento di Matematica e Fisica dell’Università Vanvitelli promuove, in collaborazione con l’Osservatorio di Capodimonte e l’Istituto Nazionale di Astrofisica, un incontro tra ricercatrici, studentesse e studenti. Si svolgerà a Caserta, in aula Di Blasio. “È una bella iniziativa durante la quale le ricercatrici racconteranno ai giovani i loro percorsi professionali e le difficoltà che hanno incontrato, magari anche quelle legate al loro essere donne. L’incontro rientra in una più ampia manifestazione che si chiama ‘Il lato femminile dell’Astronomia’, spiega il prof. Lucio Gialanella, Direttore del Dipartimento. 
A Matematica e Fisica si lavora, intanto, per definire l’offerta formativa del prossimo anno accademico. “Una novità importante è l’attivazione del Corso di Studi Magistrale in Data Science. Rappresenta la prosecuzione naturale di Data Analytics e dall’altra un possibile sbocco per i laureati negli altri Corsi Triennali del Dipartimento. Avrà due percorsi e l’aspetto più interessante è che avremo un contributo da parte dei docenti di tutte le aree del Dipartimento: matematica, statistica, fisica, informatica”. Prosegue: “La Classe delle lauree in Data Science è istituita da poco tempo. Ci sono già alcuni Corsi di Laurea in alcuni Atenei. Il nostro si propone di avere un taglio molto rigoroso dal punto di vista metodologico. Dovrebbe essere a numero aperto”. La Triennale in Data Analytics, che sarà il serbatoio naturale per la nuova Magistrale, è al suo terzo anno di vita: “Il primo anno partimmo con una decina di immatricolazioni, nel secondo divennero alcune decine, quest’anno sono state un centinaio. È una proposta didattica, in sostanza, che sta riscuotendo interesse da parte degli studenti”. 
Alcune novità per quanto concerne l’organico: “Abbiamo avuto l’opportunità di un reclutamento straordinario con fondi pon. Nell’ultimo anno sono arrivati sette giovani ricercatori e mi fa piacere, per tornare al discorso della parità di genere che ha ispirato la promozione dell’evento dell’otto marzo, che siano quasi equamente divisi tra uomini e donne”. Il Dipartimento è poi impegnato nella partecipazione a bandi e progetti finanziati nell’ambito del Pnrr. “Siamo – ricorda Gialanella – in quello relativo alle infrastrutture per la ricerca con due progetti”. Uno riguarda il Telescopio Einstein: un futuro rilevatore di onde gravitazionali di terza generazione attualmente in fase di studio da parte di vari enti scientifici dell’Unione Europea. L’altro progetto “è relativo allo sviluppo del laboratorio per realizzare un telescopio per neutrini di alta energia. Sono due sfide importanti e su questo lavoriamo con l’Infn, in particolare con la sezione di Napoli. Collaborano anche la Federico II e l’Università di Salerno. Abbiamo l’appoggio della Regione, la quale ci fornisce spazi a San Nicola la Strada”.  Un’altra iniziativa significativa, conclude il prof. Gialanella, “è la partecipazione al bando del Ministero per la Coesione Territoriale per la realizzazione di un Centro di trasferimento della ricerca di base alle aziende e al controllo ambientale. Relativamente a questo progetto, collaborano anche l’Arpa Campania e il Comune di San Nicola la Strada”. 

Scarica gratis il nuovo numero di Ateneapoli su www.ateneapoli.it

- Advertisement -

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati