Il dialogo medico-paziente: la necessità di un corso strutturato per gli studenti

La nuova Medicina deve essere caratterizzata dalle quattro P: deve, cioè, essere predittiva, preventiva, partecipativa e personalizzata. Lo sosteneva Umberto Veronesi, uno dei nomi più illustri a puntare l’attenzione sull’importanza del rapporto medico-paziente. Ma ad insistere su questa necessità anche la dott.ssa Rosa Ruggiero la quale, il 3 dicembre, ha presentato presso la Mooks Mondadori di Piazza Vanvitelli il libro ‘Ascoltare il malato, parlare al malato. Piccolo Vademecum per chi vuole diventare medico. Riflessioni per chi è medico da tempo’ (Kairos Editore). La dott.ssa Ruggiero, dirigente medico dell’ASL Na1 e titolare di una docenza sulla ‘Comunicazione medico-paziente’ nell’ambito del Master in Management Sanitario della Federico II, ha voluto, attraverso questo testo di 90 pagine, raccogliere e divulgare l’esperienza sviluppata durante l’ADE (Attività Didattica Elettiva) su ‘Il dialogo medico-paziente’ che ha svolto insieme alla prof.ssa Adriana Oliva, ordinario di Biochimica, per gli studenti di Medicina della Seconda Università. “I ragazzi hanno seguito queste lezioni che si concentrano sul problema della sensibilizzazione al dialogo e che durano da qualche anno. Il corso consta di una prima parte in cui ci si sofferma sulla teoria della comunicazione e una seconda in cui si fanno delle simulazioni di rapporto medico-paziente. Gli studenti desideravano degli appunti, e alla fine è venuto fuori questo libro”, spiega l’autrice. Il testo è, quindi, l’espressione di questo lavoro e raccoglie esempi, differenziazioni medico-malato in vari ambiti di cura, dall’ospedale all’ambulatorio, con l’anziano, la donna o il bambino. “C’è tutta una serie di esempi pratici a cui poter fare riferimento, tra i quali una storia vera di cui riporto la mia testimonianza. Anche se – tiene a rimarcare – la comunicazione non può mai essere standard, perché bisogna di volta in volta adattarla al malato. Il medico, chi ‘è medico’, deve sapere che…
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola dal 9 dicembre (n.20/2016)
o in versione digitale all'indirizzo: https://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati