Il medico: un professionista che adotta per i pazienti cure sartoriali

Medicina, Odontoiatria e le Triennali in Professioni Sanitarie

Ampio background teorico e perizia tecnica acquisiti con tanti anni di studio. Empatia e passione imprescindibili, alla base, che motivano e spingono ad andare avanti. Quella dei professionisti della salute è una vera e propria missione che – complice anche la stabilità lavorativa e la solidità economica che garantisce – attira un numero altissimo di studenti. Il camice bianco, infatti, è quel tipico sogno che si coltiva sin da bambini. Ma attenzione. Diventare medico è una scelta di responsabilità. È molto chiaro in proposito il prof. Marco Montella: Il medico non è soltanto quel professionista capace di riconoscere la malattia. E non è nemmeno il tuttologo che vediamo interpretato nelle serie televisive. È un professionista in grado di prendere in carico il paziente nella sua totalità e di ripristinare il suo benessere con una terapia quanto più sartoriale possibile. Il momento più bello per uno studente, chiaramente, è il primo contatto con il paziente. Lo racconta Serena De Marino: Ho appena cominciato il primo tirocinio – in semeiotica, quella branca della Medicina che studia i sintomi diagnostici – e sono emozionatissima. Ho eseguito un ECG, la misurazione della pressione”. Poi aggiunge: “Prima di intraprendere questo studio bisogna chiedersi se si è disposti ad ascoltare e comprendere i bisogni dell’altro”. Poi avverte: “Medicina è un percorso lungo e tortuoso che richiede una motivazione davvero molto forte. La Vanvitelli eroga il Corso di Medicina nelle sedi di Napoli e Caserta e in lingua inglese e, per gli studenti più meritevoli, c’è l’ulteriore opportunità del percorso Md/PHD, un programma di formazione di eccellenza che consente di studiare e contemporaneamente di fare ricerca e a cui sono ammessi solo gli studenti migliori.

“Nel sorriso c’è l’essenza  di chi sei”

Empatia e predisposizione per l’altro sono le doti che deve possedere anche il medico odontoiatria, come sottolinea la prof.ssa Livia Nastri: Nel sorriso che regali c’è l’essenza di chi sei”. Aggiunge: “L’Odontoiatria si è profondamente evoluta negli anni: oggi utilizziamo le più moderne tecnologie digitali sia nell’insegnamento che nella professione”. La docente è supportata da una nutrita schiera di studenti. Tra questi c’è Vincenza Aprile, primo anno: “In aula siamo una cinquantina, il che ci permette di fraternizzare sin da subito. Nel nostro ambiente c’è una sana competizione, ci si aiuta e si lavora insieme. Ad Odontoiatria troverete un ambiente funzionale, belle strutture e un’ottima aula per le esercitazioni a cui avrete accesso sin da subito: noi abbiamo già svolto un corso di suture grazie all’Associazione Italiana Studenti di Odontoiatria”. 

Richiedono un mix di attenzione, predisposizione e spirito di sacrificio anche i Corsi di Laurea Triennale delle Professioni Sanitarie. Alla prof.ssa Maria Rosaria Barillari spetta il compito di illustrarli ad uno ad uno: sono 13, divisi nelle classi infermieristiche e ostetriche, della riabilitazione, tecniche e della prevenzione. Anche lei passa la parola ad alcuni studenti che la coadiuvano. Federica Martino si è da poco laureata in Terapia della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva: “La mia è una professione affascinante. Intervengo su bambini affetti da disturbi del neurosviluppo. Lavorare con loro, però, significa prendere in carico anche le famiglie”. Momento fondamentale per uno studente delle Professione Sanitarie è il tirocinio, che dura tre anni. I primi due sono di osservazione. Nel corso dell’ultimo si comincia ad interagire effettivamente con il paziente, sempre sotto la supervisione del tutor”, è la testimonianza di Roberta Maio, terzo anno di Logopedia

È corale, in conclusione dell’incontro, un accenno al test di ingresso da superare per accedere ai Corsi di Medicina, Odontoiatria e delle varie Professioni Sanitarie. Questi i consigli: studiare con largo anticipo, esercitarsi sui test degli anni precedenti e avere un piano B in caso di fallimento.

- Advertisement -

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli Correlati