Inaugurato il nuovo Laboratorio linguistico-multimediale

161

“Per inserirsi nella società di oggi quelle linguistiche sono delle competenze imprescindibili”, afferma il Direttore del Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università Vanvitelli, prof. Francesco Eriberto D’Ippolito, relativamente  al nuovo Laboratorio linguistico-multimediale, in condivisione con il Dipartimento di Psicologia guidato dal prof. Luigi Trojano, che ha sede al piano terra del complesso di Viale Ellittico a Caserta. È stato inaugurato lo scorso 16 aprile. Si tratta di un progetto molto ambizioso di cui si era cominciato a parlare durante il Rettorato del prof. Giuseppe Paolisso e poi concretizzato sotto l’egida dell’attuale numero uno dell’Ateneo Gianfranco Nicoletti (al quale è arrivato, il 20 aprile, un riconoscimento dalla Conferenza dei Rettori delle Università Italiane, con la nomina a nuovo Segretario Generale). Il laboratorio, costato all’Ateneo 300mila euro, consta di 74 postazioni con computer all’avanguardia provvisti di una forte connessione a internet, dove sarà permesso agli studenti di ogni ordine e grado di usufruire delle risorse linguistiche offerte dall’Ateneo. “Com’è noto – spiega D’Ippolito – presso il nostro Dipartimento sono dispensate numerose conoscenze linguistiche; non solo inglese e francese, ma anche l’arabo. Il laboratorio nasce in risposta all’esigenza di fornire agli studenti un supporto concreto nell’apprendimento delle lingue”. Un supporto che, sottolinea lo stesso D’Ippolito, va anche a fortificare quello che si delinea come il fiore all’occhiello della riforma dell’offerta formativa, cioè il nuovo Corso di Laurea Magistrale in Scienze del Turismo. “Per poter accogliere i turisti di tutta Europa e dal mondo è necessario essere linguisticamente preparati”

Nel laboratorio sarà presente anche una grande lavagna interattiva grazie alla quale sarà possibile svolgere numerose attività come l’elaborazione grafica di dati, statistiche e presentazioni, risorsa indispensabile per gli omologhi di Psicologia. Responsabili del Laboratorio (dove è stata allestita una mostra permanente dal titolo ‘L’Arte che scrive’ curata dall’artista Carla Viparelli, dove sono raccolte le opere di nove diversi artisti riguardo alla reinvenzione grafica della parola) per i due Dipartimenti saranno le referenti linguistiche Lucia Abbamonte (Psicologia) ed Elvira Falivene (Scienze Politiche). “Il laboratorio non rappresenta solo un traguardo, un’ulteriore conferma dell’impegno del Dipartimento e dell’Ateneo, ma uno slancio verso le politiche europee di internazionalizzazione che noi abbiamo abbracciato. Noi siamo campani e italiani, ma siamo prima di tutto europei, e per poter garantire ai nostri studenti un corretto inserimento nel mondo lavorativo del futuro dobbiamo essere in grado di trasmettere loro le migliori conoscenze. Il laboratorio linguistico-multimediale nasce con questo proposito”,conclude il prof. D’Ippolito.

Nicola Di Nardo