Navette bus, nuova linea e modifiche ai percorsi

È in continua evoluzione e costante miglioramento il servizio di mobilità – navette bus gratuite e carpooling – SoonToSun avviato dall’Ateneo dallo scorso ottobre. A tre mesi dall’inaugurazione, il bilancio del prof. Armando Cartenì, ideatore del progetto, docente di Pianificazione dei Trasporti al Dipartimento di Ingegneria Civile Design e Ambiente e mobility manager, mostra un risultato decisamente positivo. “Il servizio ha esordito davvero molto bene. Basti pensare che dopo pochi giorni dall’avvio del programma, trasportavamo dai 350 ai 400 studenti al giorno. In una settimana c’è stato un crescendo che ha raggiunto il picco di 600 studenti. Abbiamo subito avviato un’indagine di customer satisfaction per comprendere quanto i servizi di navette bus che avevamo attivato andassero incontro alle esigenze degli studenti. I risultati sono stati molto positivi, abbiamo ottenuto grandi apprezzamenti e anche significativi suggerimenti di migliorie. Vi erano, ad esempio, delle fasce orarie non perfettamente aderenti alle esigenze studentesche che abbiamo provveduto ad ottimizzare. Sono arrivate anche delle preziose richieste di piccole modifiche di percorso e l’introduzione di nuove fermate intermedie, come ad esempio quella di Curti o Casapulla, cittadine che si trovano sull’asse Caserta-Santa Maria Capua Vetere”. Sul finire del primo semestre accademico è stato avviato, quindi, un rinnovamento del servizio: “Abbiamo praticamente accolto quasi tutte le richieste che ci sono pervenute da parte degli studenti – continua il prof. Cartenì – La più grande novità verte sull’introduzione di un’ulteriore linea che collega le città di Santa Maria Capua Vetere, Capua, Marcianise ed Aversa, ed è stata tarata in modo da permettere non solo agli studenti di arrivare in orario all’inizio delle lezioni, scopo principale di tutte le linee, ma anche di essere sincronizzati con l’orario di arrivo dei treni regionali, e, di più, con l’altra linea SooToSun, quella che percorre il tratto Caserta-Santa Maria Capua Vetere-Capua. Un approccio che favorisce il movimento degli studenti su tutti i plessi dell’Ateneo dislocati nel casertano, al più facendo uno scambio fra due navette, una mobilità del tutto gratuita e sempre coordinata. Il risultato è un viaggio per lo studente, che si muove da Aversa a Caserta, completamente sostenuto dall’Università”.
Non mancano innovazioni anche sul versante dei punti di raccolta degli studenti, sempre…
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola dal 26 gennaio (n.1/2017)
o in versione digitale all'indirizzo: https://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 
- Advertisement -
spot_img
spot_img

Articoli Correlati