Erasmus+ 2017/2018: escluse le matricole dal bando, cambiano le modalità di selezione

Un’anticipazione inattesa sul nuovo Bando Erasmus+ Studio per l’anno accademico 2017/2018 lascia esterrefatti gli studenti del primo anno. È stato deciso che le matricole non potranno più prendere parte al progetto. A divulgare prontamente la notizia i membri dell’associazione studentesca Link Orientale, che hanno mostrato già in fase di organi collegiali il proprio dissenso al provvedimento. Si è tenuta, infatti, il 21 dicembre scorso la riunione del Senato Accademico che ha stabilito in via ufficiale l’esclusione dei neoiscritti al Programma. Netta è stata la divisione in due partiti contrapposti: da un lato, il voto contrario alla proposta espresso dai rappresentanti degli studenti e dal lato opposto l’opinione favorevole dei docenti. Ma i ragazzi di Link non si arrendono. E il 5 gennaio hanno convocato un’assemblea in cui discutere sull’opportunità di organizzare una protesta contro questa misura e spingere per l’elaborazione di un Bando più inclusivo. Il dibattito ha visto dalla loro parte centinaia di studenti. “Siamo in un Ateneo a vocazione internazionale, specializzato nello studio delle lingue, delle letterature, delle culture, delle archeologie, delle relazioni internazionali. È il motivo principale per il quale abbiamo preferito L’Orientale ad altri istituti per lo studio delle civiltà straniere. Presupposti come questi dovrebbero garantire a tutti la possibilità di accedere all’Erasmus, sulla base dei propri requisiti di merito”. Questo il pensiero di Francesca Bruno, iscritta a Mediazione Linguistica e Culturale, condiviso dalla maggior parte dei suoi coetanei. Nessuno mette in discussione i parametri di valutazione. Al contrario, quasi tutti battono sullo…
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola dal 26 gennaio (n.1/2017)
o in versione digitale all'indirizzo: https://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati