Tra Napoli e la Cina, il ricordo di AnnaMaria Palermo

Un parterre numeroso affolla nel pomeriggio di venerdì 26 gennaio l’Aula Mura Greche di Palazzo Corigliano. Motivo della reunion di docenti, ex allievi, studenti e personalità di spicco della Napoli contemporanea: il 75esimo compleanno di un’importante sinologa, AnnaMaria Palermo, scomparsa nel luglio scorso, che “ha contribuito a diffondere la cultura cinese in Italia e, viceversa, la cultura italiana in Cina segnando la storia di un Ateneo che sin dalle origini ha fatto degli studi di orientalistica la pietra miliare del proprio indistinguibile patrimonio”, dichiara in apertura dei lavori la Rettrice Elda Morlicchio. Letture, ricordi e aneddoti legati alla memoria della docente, nonché, dal 1993 al 1996, Direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura a Pechino e dal 2010 Direttrice dell’Istituto Confucio a Napoli, si sono succeduti attraverso le parole di chi la conosceva bene e chi…
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola dal 9 febbraio (n. 2/2018)
o in versione digitale all'indirizzo: https://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati