Con Sofidel e WWF per discutere di sostenibilità ambientale e responsabilità sociale di impresa

153

Blocchetto per gli appunti alla mano e attenzione calibrata al massimo. È tutto un fiorire di seminari alle lezioni della prof.ssa Filomena Buonocore. Il 5 maggio, nell’ambito dell’insegnamento di Organizzazione aziendale, secondo anno della Triennale in Scienze dell’Amministrazione, dell’Organizzazione e Consulenza del Lavoro, gli studenti incontreranno Sofidel (azienda leader nella produzione di carta per uso igienico e domestico, n.d.r.) e WWF, con cui si parlerà di sostenibilità ambientale e responsabilità sociale di impresa, due temi molto attuali”, anticipa la docente. Il 12 maggio, invece, la classe di Valutazione della dirigenza nella P.A. (il secondo modulo è tenuto dal prof. Edoardo Maria Piccirilli), primo anno della Magistrale in Management Pubblico, potrà seguire “un evento incentrato sul tema delle best practies nella pubblica amministrazione. È in fase di organizzazione, in collaborazione con AIDP Campania (Associazione Italiana per la Direzione del Personale)”. L’idea “è nata sulla scorta dei seminari che si stanno tenendo durante le lezioni dedicati alle competenze organizzative e gestionali di cui devono essere in possesso i dirigenti pubblici, con particolare attenzione al tema della valutazione delle risorse umane”. Cita alcuni degli ospiti intervenuti: “Professionisti di grande rilievo come Valentina Sanfelice, Managing Director di Flegrea Lavoro, i componenti e il Presidente dell’Organismo Indipendente di Valutazione – OIV Regione Campania e il Presidente e Direttore Generale dell’Ente Autonomo Volturno”. Quest’anno la docente ha anche un nuovo insegnamento, Professioni giuridiche e soft skills digitali, opzionale, per gli studenti al secondo e quinto anno di Giurisprudenza. Le lezioni sono cominciate a fine marzo: “Ci stiamo occupando di quelle competenze trasversali – capacità di ascolto, capacità relazionali e negoziali – che ad avvocati o magistrati servono nella relazione con soggetti socialmente deboli come minori, coppie in crisi o immigrati”, conclude.