Master in collaborazione con il Mit di Boston: “un’imperdibile occasione di formazione e crescita professionale”

Una full immersion di dodici mesi in inglese, tra lezioni, laboratori e seminari, che da Napoli porta anche a Boston, e il cui obiettivo è insegnare a pensare fuori dagli schemi e a fronteggiare scenari complessi in modo strategico e tempestivo. È una bella opportunità per gli studenti dell’Università Parthenope, oltre che per laureati e giovani professionisti, il nuovo Master di primo livello in Entrepreneurship and Innovation Management, in partenza il prossimo gennaio, erogato dall’Ateneo in collaborazione con lo statunitense Massachussetts Institute of Technology Sloan School of Management (MIT Sloan). “In Europa, il MIT non ha altri accordi per programmi di Master di primo livello”, specifica il prof. Francesco Calza, Prorettore Vicario dell’Ateneo. Una collaborazione come questa, aggiunge, “è preziosa perché ci consente di portare avanti una didattica di altissima qualità e di offrire ai partecipanti un’imperdibile occasione di formazione e crescita professionale”. Il programma, 50 posti, lezioni a Villa Doria d’Angri, include anche almeno due settimane di studio a Boston, incontri con esperti mondiali e lo stage: “Posizionarsi su standard così elevati comporta chiaramente dei costi – la quota di partecipazione è di 20mila euro a cui vanno aggiunte le spese di viaggio, vitto e alloggio a Boston e, per uno studente non locale, le spese di permanenza a Napoli – ma ci siamo attivati per fare in modo che la capacità di spesa di una famiglia non diventi discriminante ai fini della partecipazione”. L’Ateneo quindi ha messo a disposizione dei suoi iscritti delle borse di studio che coprono i costi delle lezioni: “Gli studenti Magistrali di Marketing e Management Internazionale, Ingegneria Gestionale e Informatica Applicata possono frequentare il Master al posto del secondo anno di Magistrale e ottenere, al termine, entrambi i titoli. Le borse al momento sono tre, ma verranno aumentate”. Altre borse “saranno erogate da partner privati. Stileremo naturalmente delle graduatorie di merito; i migliori della Parthenope avranno le borse di Ateneo, i migliori in assoluto avranno quelle dei privati”. Un’ulteriore possibilità è offerta da una convenzione con Banca Intesa Sanpaolo, erogatore di un particolare fondo europeo per studenti che accedono a Corsi di alta qualità “che consente un finanziamento agevolato. Lo studente potrà chiedere fino a 50mila euro, da restituire appena avrà cominciato a lavorare, in 30 anni. È una soluzione sostenibile”. Figure manageriali e intraprendenti, con competenze specifiche e trasversali in campo manageriale, ingegneristico ed informatico, “sono molto richieste dalle aziende. Con il MIT abbiamo vinto, insieme alla Regione Campania e altri partner, un progetto della durata di tre anni durante i quali il nostro Ateneo è stato riconosciuto come interlocutore particolarmente intraprendente. Come Dipartimento di Studi Aziendali e Quantitativi – capofila dell’iniziativa in collaborazione con i Dipartimenti di Ingegneria e Scienze e Tecnologie – c’è da dire che ci occupiamo da sempre di queste tematiche”. Il Master comincerà a gennaio 2022 e le iscrizioni si chiuderanno il 29 ottobre: “Abbiamo attivato un servizio di tutoring per studenti che abbiano bisogno di ricevere informazioni e capire se questa sia o meno una strada adatta a loro. L’interesse sembra sia molto alto”. Poi conclude: “Avremmo potuto impostare questo programma come Master di secondo livello, invece vorremmo che gli studenti facessero buon uso del proprio tempo. I nostri ragazzi hanno la tendenza a considerare tutto difficile mentre in altre parti del mondo si attivano già a partire dal diploma”. E il suo consiglio è, “invece, di raccogliere il coraggio e confrontarsi con il mondo adesso”. 
 
Scarica gratis il nuovo numero di Ateneapoli su www.ateneapoli.it
 
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati